Altre due persone, coimputati del killer, sono ferite

Imputato spara al Tribunale di Milano, 3 morti, arrestato

L'uomo che ha aperto il fuoco è Claudio Giardiello, un imputato italiano accusato di bancarotta


Di:

Milano – SONO 3 le persone decedute in seguito ai colpi di pistola sparati da un imputato all’interno della sua stanza nel Tribunale di Milano. Tra le vittime un avvocato (Lorenzo Alberto Claris Appiani, già avvocato del killer) e il giudice della sezione fallimentare Fernando Ciampi. L’uomo che ha aperto il fuoco è Claudio Giardiello, immobiliarista 57enne originario di Benevento, accusato di bancarotta, che dopo essere fuggito in moto è stato arrestato dai carabinieri di Vimercate (Monza e Brianza). Lo riporta l’Ansa.

Il terzo uomo morto è invece Giorgio Erba, coimputato di Giardiello assieme a Davide Limongelli, rimasto ferito.

Redazione Stato

Imputato spara al Tribunale di Milano, 3 morti, arrestato ultima modifica: 2015-04-09T13:04:20+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Comunicato Codacons

    SPARI IN TRIBUNALE, CODACONS: SE NON GARANTITA SICUREZZA CITTADINI, SOSPENDERE EXPO E GIUBILEO

    Un fatto gravissimo che mette in piena luce le pesanti falle nella sicurezza dei luoghi pubblici italiani. Lo afferma il Codacons, intervenendo sulla sparatoria avvenuta questa mattina presso il Tribunale di Milano.

    “L’episodio getta ombre inquietanti sulla capacità dello Stato di tutelare l’incolumità dei cittadini, e deve essere l’avvio di una seria riflessione circa l’opportunità di ospitare nel nostro paese eventi di grande portata – spiega il Presidente Carlo Rienzi – Alla luce di quanto successo oggi e delle criticità emerse riteniamo che, in assenza di precise e reali garanzie sul fronte della sicurezza dei cittadini da parte degli organi competenti, manifestazioni come l’Expo di Milano e il Giubileo straordinario di Roma debbano essere sospese”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi