CronacaManfredonia
Per vicende risalenti all'anno 2008

Bari, archiviazione procedimento penale per Michele D’Alba

"Il decreto è arrivato a firma del giudice per le indagini preliminari A. Marrone"

Di:

Manfredonia. ”Il Sig. Michele D’Alba, indagato nel procedimento penale nr. 1589/12 RGNR, per vicende risalenti all’anno 2008, ha ottenuto, su richiesta dei sostituti procuratori della Repubblica presso il Tribunale di Bari dott. Ciro Angelillis ed Eugenia Pontassuglia, il decreto di archiviazione del procedimento.

Il decreto è arrivato a firma del giudice per le indagini preliminari A. Marrone, del Tribunale di Bari, del quale di seguito il passo più saliente: “Il Giudice, lette le istanze avanzate dal P.M. intese alla archiviazione; condivise le argomentazioni addotte a sostegno delle stesse per la indiscutibile aderenza di esse alle emergenze investigative e la mancanza di qualsivoglia vizio logico e giuridico; (…) ritenuto che non sono neanche ipotizzabili ulteriori temi di investigazione, dispone l’archiviazione dei procedimenti”, confermando pertanto la richiesta dei sostituti procuratori che “rilevavano come nei confronti del predetto indagato non vi fossero elementi sufficienti per sostenere l’accusa in giudizio”.

Quanto supposto, a salvaguardia dell’integrità morale e professionale, che ha visto lo stesso impegnato da tempo, nelle svariati attività a lui riconducibili, e al fine di dare l’opportunità alla stampa che si è occupata del caso, alle dovute e opportune rettifiche.

La procedura alla quale si fa riferimento è quella relativa alle indagini di reato, riguardanti una gara d’appalto del 2008 avente come oggetto il lavanolo della Asl di Taranto, nella quale D’Alba era stato coinvolto “di riflesso” assieme ad altre due persone, che hanno visto anch’esse archiviate il relativo procedimento. Una gara d’appalto, doveroso precisare, aggiudicata alla Coop. Tre Fiammelle solamente in seguito ad una pronuncia favorevole del Consiglio del Stato”.

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
3

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This