Manfredonia
"Solo pochi fortunati arrivano a questa ambita meta, sebbene questo traguardo sia segnato da un’inevitabile decadimento fisico e cognitivo"

Manfredonia, la straordinaria vita della centenaria Wanda (VIDEO)

"Tutti sogniamo di vivere cent’anni; è l’augurio che facciamo alle persone che ci stanno a cuore"

Di:

Manfredonia, 8 maggio 2017. ”Cari lettori di Statoquotidiano, oggi siamo a casa di Armanda Botta, per tutti nonna Wanda. Io sono Salvatore Clemente e con Antonio Troiano alla parte video ho il piacere di incontrarla nel giorno del suo centesimo compleanno. Tutti sogniamo di vivere cent’anni; è l’augurio che facciamo alle persone che ci stanno a cuore. Solo pochi fortunati arrivano a questa ambita meta, sebbene questo traguardo sia segnato da un’inevitabile decadimento fisico e cognitivo. E’ davvero sorprendente che Wanda non manifesti segni evidenti di decadimento fisico e men che meno cognitivo. Ma soprattutto, che conservi un forte grado di autonomia. Siete pronti a conoscere questa straordinaria persona che sembra sia riuscita a fermare l’orologio biologico? Allora venite con me…”

(A cura di Salvatore Clemente, Manfredonia 09 maggio 2017)

fotogallery antonio troiano

redazione stato quotidiano.it – riproduzione riservata



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • Distruzione Manfredonia ultimo atto.

    Augurissimi alla nostra longeva concittadina augurandole altri 100!
    A vissuto la sua infanzia con il biennio fascista, il ritorno dell’Impero sui colli fatali di Roma, la scuola fascistizzata, i tantissimi sacrifici ma anche di una Manfredonia sana, piena di valori e tradizioni..poi il dopoguerra, finalmente una speranza per il martoriato paese e popolo italiano e un pochino di benessere ma comunque periodi sempre travagliata ma da viversi in una manfredonia sempre bella..poi il boom economico..e sempre in una Manfredonia stupenda…poi tutto il resto. Non conosco la signora e famiglia ma ho cercato di immedesimarmi nei contesti del tempo come se fossi nato nel 1917, chissà i suoi occhi quanto hanno visto, quante emozioni, quante sofferenze, quante gioie ma nel bene e nel male ha vissuto anche la storia di Manfredonia e dell’Italia, una cosa è certa io rimpiango il passato e tanto ma non per motivi personali ma per come era bello vivere a Manfredonia.


  • Distruzione Manfredonia ultimo atto.

    Augurissimi alla nostra longeva concittadina augurandole altri 100!
    Ha vissuto la sua infanzia con il biennio fascista, il ritorno dell’Impero sui colli fatali di Roma, la scuola fascistizzata, i tantissimi sacrifici ma anche di una Manfredonia sana, piena di valori e tradizioni..poi il dopoguerra, finalmente una speranza per il martoriato paese e popolo italiano e un pochino di benessere ma comunque periodi sempre travagliata ma da viversi in una manfredonia sempre bella..poi il boom economico..e sempre in una Manfredonia stupenda…poi tutto il resto. Non conosco la signora e famiglia ma ho cercato di immedesimarmi nei contesti del tempo come se fossi nato nel 1917, chissà i suoi occhi quanto hanno visto, quante emozioni, quante sofferenze, quante gioie ma nel bene e nel male ha vissuto anche la storia di Manfredonia e dell’Italia, una cosa è certa io rimpiango il passato e tanto ma non per motivi personali ma per come era bello vivere a Manfredonia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi