Nota stampa

Open day Medicina, studenti accolti nelle sale operatorie

Sabato prossimo (13 maggio, nella rinnovata Sala Turtur dell’Azienda ospedaliero universitaria Riuniti) presentazione dei corsi di laurea dei Dipartimenti di Area Medica

Di:

Foggia. Cambia pelle l’Open Day di Medicina, probabilmente meno parole e certamente più fatti.

Sabato prossimo (13 maggio, dalle ore 15,30 presso la rinnovata Sala Turtur dell’Azienda ospedaliero universitaria Ospedali Riuniti, in viale Luigi Pinto a Foggia) alla tradizionale presentazione di tutti i corsi di laurea che compongono l’offerta formativa del Dipartimento di Scienze mediche e chirurgiche e del Dipartimento di Medicina clinica e sperimentale, si aggiungerà una dettagliata visita guidata presso le sale operatorie delle Strutture universitarie di Oculistica, Urologia e Cardiologia nonché un sopralluogo tecnico-didattico al Polo Biomedico “Emanuele Altomare” di via Napoli. L’Open Day di Medicina – nato da un’iniziativa del Preside della Facoltà di Medicina prof. Nicola Delle Noci, e realizzato in stretta collaborazione con l’Area Orientamento dell’Università di Foggia retta dalla dott.ssa Rita Saraò – è rivolto essenzialmente agli studenti delle classi IV e V degli istituti di istruzione secondaria superiore, con l’obiettivo di offrire loro un approfondimento finalizzato alla scelta consapevole del percorso di studi che eventualmente intraprenderanno. Durante l’Open Day sarà possibile incontrare docenti, studenti, operatori e tutor che forniranno informazioni sui percorsi formativi dei corsi di laurea di cd. Area Medica.

«La novità più importante di questa edizione *– spiega il prof. Nicola Delle Noci –* consiste nelle visite guidate alle nostre strutture, a cominciare dalle sale operatorie. Un modo, forse il migliore e certamente il più diretto, per mettere gli studenti di fronte agli strumenti professionali e scientifici con cui avranno a che fare se intraprenderanno il percorso tracciato dai corsi di laurea in Medicina inclusi nella nostra offerta formativa».



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Serena

    Credo che sia un’ ottima iniziativa. Occorre che le persone che si avvicinano alla maturità e dunque al bivio del proseguimento, tocchino con mano cosa significhi scegliere di vivere nel sanitario. Certo una visita guidata non è sufficiente a spiegare la vastità e la complessità di questo settore sotto tutti gli aspetti. Ma è il primo passo giusto affinchè sappiano che non è una passeggiata. Intraprendere e costruire questo percorso di formazione significa sviluppare doti e spirito oltre a preparazione tecnica umana/intellettiva e professionale di cui non tutti sono all’altezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi