Regione-Territorio
A cuta dei militari della Tenenza della Guardia di Finanza

Brescia, scoperta una frode fiscale da 250 milioni di euro

Di:

Brescia. I militari della Tenenza della Guardia di Finanza di Pisogne hanno condotto una complessa e vasta attività iniziata nel 2011 e conclusa nel 2015 che ha consentito di portare alla luce un articolato sistema fraudolento, perpetrato mediante fatture per operazioni oggettivamente inesistenti, in grado di permettere a numerose aziende utilizzatrici un’ingente evasione ai fini delle Imposte sui redditi, dell’Iva e dell’Irap, con contestuale danno alle casse dello Stato ed indebito vantaggio rispetto alle aziende concorrenti che operano onestamente sul territorio bresciano. I numeri sono davvero sorprendenti, visto che si parla di operazioni per un importo pari a circa 250 milioni di euro e di circa 8.000 fatture relative ad operazioni inesistenti, cioè mai effettivamente realizzate, esistenti solo sulla carta.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati