Attualità
Il provvedimento è stato notificato oggi

Istruttoria Antitrust su Poste Italiane

L’istruttoria dovrà concludersi entro il 31 ottobre 2017

Di:

Roma. L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha deciso di avviare un’istruttoria per verificare se Poste Italiane abbia posto in essere condotte abusive, volte a escludere l’operatore concorrente Nexive SpA dal settore dei servizi di corrispondenza per i grandi utenti business (Posta Massiva e Posta Time). Il provvedimento è stato notificato oggi. I funzionari dell’Agcm hanno svolto anche un’ispezione presso la sede della società nonché presso le sedi di alcuni dei suoi principali clienti, con l’ausilio del Nucleo speciale Antitrust della Guardia di Finanza. Avviata in seguito ad alcune segnalazioni presentate da Nexive, società attiva nel settore dei servizi postali, l’istruttoria tende a verificare l’ipotesi di alcuni comportamenti abusivi di Poste Italiane: questi si sarebbero sostanziati nel diniego del servizio Posta Time ai concorrenti e nella contestuale offerta a questi ultimi della sola Posta Massiva, a prezzi ben più elevati di Posta Time. A ciò si aggiungerebbe l’applicazione di sconti selettivi e fidelizzanti sui prezzi di listino di Posta Time ai clienti finali e di una copertura territoriale “variabile” di quest’ultimo servizio.

Nel complesso, quindi, Poste Italiane offrirebbe ad almeno alcuni dei propri clienti condizioni economiche ben più vantaggiose di quelle offerte ai propri concorrenti, per il recapito nelle zone nelle quale è presente solo la propria rete. L’insieme di tali comportamenti, potrebbe costituire un abuso di posizione dominante di tipo escludente: tale condotta non solo comprimerebbe il margine dei concorrenti, ma addirittura lo renderebbe negativo, impedendo così che le offerte di Poste Italiane dedicate ai clienti finali siano replicabili da parte dei concorrenti.

L’istruttoria dovrà concludersi entro il 31 ottobre 2017.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati