Manfredonia
Nel pomeriggio, in un Torneo di Basket integrato dal sapore molto speciale

Manfredonia, Delfino e Angel a San Severo “Oltre ogni ostacolo”

Il torneo si svolge con gare semifinali e doppia finale per il 1° e per il 3° posto, in cui assieme alla palla a spicchi, protagonisti reali e meritevoli sono i ragazzi delle due associazioni speciali, che sono stati adottati dalle quotate prime stelle cittadine del basket

Di:

Manfredonia. E’ arrivato il grande giorno in cui, grazie alla passione e all’operato di coach Gianpio Ciociola, una vita dedicata al basket, si realizza e concretizza ancora una volta quel bel rapporto che collega da anni l’A.S.D. per Disabili Delfino alla cestistica A.S.D. Basket “Giuseppe Angel” sulla via dell’integrazione e della condivisione. Di scena, questo pomeriggio a San Severo, presso il palasport dedicato agli eroici giudici Falcone Borsellino sono i giovani cestisti della Angel e gli atleti speciali della Delfino, che partecipano, in contemporanea ad un quadrangolare dal titolo più che significativo: “Oltre ogni Ostacolo” ovvero un motivo per andare oltre le differenze, oltre le soggezioni, oltre le particolarità; un titolo integrativo, coinvolgente, in cui il significato stesso dei termini inserimento e partecipazione vengono coniati nel loro assunto più profondo. Con Gianpio Ciociola ci sono i giovani atleti delle rappresentative giovanili, ovvero la squadra della Basket Angel under 16 e, assieme a loro, come fossero unica squadra i cestisti della Delfino; Cosimo, Antonio, Lorenzo, Michele, Giuseppe, ragazzi che sanno realizzare e concretizzare gioco e tecnica del basket e che sono stati capaci di vincere negli ultimi anni un titolo nazionale Fisdir e la medaglia d’oro nei Play the Games Special Olympics, corrispondente ad un ulteriore primato.

Sono ospiti di un’altra bellissima realtà per diversamente abili, i nostri Delfini, sono ospiti a casa dell’Associazione “La città dei Colori” che, per l’occasione, si associa alla blasonata Cestistica San Severo.

Il torneo si svolge con gare semifinali e doppia finale per il 1° e per il 3° posto, in cui assieme alla palla a spicchi, protagonisti reali e meritevoli sono i ragazzi delle due associazioni speciali, che sono stati adottati dalle quotate prime stelle cittadine del basket.

Siamo, quindi tutti in attesa di sapere dell’esito delle sfide, perché si tratta di sfide vere, non finte, sfide di passione, socialità, di coraggio, in un pomeriggio di sport voluto e fortemente sostenuto dall’Amministrazione Comunale di San Severo, alla quale va il plauso per la sensibilità e la solidarietà esternata.

Noi partiamo da Manfredonia con i sorrisi e la gioia, siamo ospiti di chi ci vuole bene. “Nemo propheta in patria (sua)” è una locuzione in lingua italiana che significa: “Nessuno è profeta nella propria patria”.

Manfredonia, 09.06.2017

A.S.D. PER DISABILI DELFINO MANFREDONIA



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi