Manfredonia
Sequestro preventivo di beni per un valore di oltre 9 milioni di euro

Manfredonia. Operazione ‘In Daunia venenum’, sindaco ringrazia forze dell’ordine

“Al dott. Agostino De Paolis, primo dirigente della Polizia di Stato di Manfredonia, desidero manifestare vivo apprezzamento per il prezioso contributo fornito all’operazione"

Di:

Manfredonia. Nei giorni scorsi, nell’ambito dell’operazione ‘In Daunia venenum’, il Gip di Bari, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 19 persone e un sequestro preventivo di beni per un valore di oltre 9 milioni di euro. I provvedimenti sono stati decisi a fronte di reati, quali tangenti e traffico illegale di rifiuti, commessi da un’associazione che, in provincia di Foggia, era dedita al commercio di rifiuti, alla corruzione e al falso.

I poliziotti del Commissariato della Polizia di Stato di Manfredonia, con la collaborazione degli agenti della Squadra Mobile di Foggia e del Servizio Centrale Operativo e dei finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Bari, hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare nei confronti dei 19 imputati.

L’indagine, nata dalle investigazioni avviate dagli operatori della Squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato della Polizia di Stato di Manfredonia , ha accertato il sistematico spargimento di rifiuti, provenienti dalla Campania, nell’agro tra Manfredonia e San Severo. I danni provocati all’ambiente sono incalcolabili.

“Desidero esprimere la mia gratitudine e il mio apprezzamento – dichiara il sindaco di Manfredonia, Angelo Riccardi – ai magistrati e a tutti gli operatori delle Forze dell’Ordine intervenute, per l’efficacia dell’azione, la capacità di coordinamento e l’elevata professionalità dimostrate con pieno successo in un’indagine complessa”.

“Ringrazio tutti i partecipanti all’operazione – aggiunge Riccardi – per l’impegno profuso quotidianamente, al fine di garantire alla comunità della nostra provincia il sereno svolgimento della vita sociale, infondendo nei cittadini fiducia nelle istituzioni dello Stato”.

“Al dott. Agostino De Paolis, primo dirigente della Polizia di Stato di Manfredonia, desidero manifestare vivo apprezzamento per il prezioso contributo fornito all’operazione che ha stroncato il traffico dei rifiuti. Tale merito – chiosa il primo cittadino – rappresenta un ulteriore tassello al già prestigioso curriculum del dott. De Paolis, tra i migliori investigatori in ambito provinciale, distintosi anche in precedenti importanti operazioni”.

(Fonte ufficio stampa Comune di Manfredonia)

Manfredonia. Operazione ‘In Daunia venenum’, sindaco ringrazia forze dell’ordine ultima modifica: 2017-06-09T20:11:33+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
4

Commenti


  • Mario

    Grazie alla Polizia di Stato, per fortuna la polizia i carabinieri, la finanza e tanti altri eroi, sono un punto di riferimento certo e affidabile per i cittadini onesti e che sopperiscono alla gravi lacune di fiducia verso i politici italiani e la loro frequente acclarata inefficienza.


  • Freccino

    A proposito di inquinamento, Sindaco, tu che devi curare la salute dei tuoi concittadini,a quando un controllo sugli scarichi a mare del depuratore cittadino. Il controllo va fatto a giugno,luglio e agosto,quando aumenta il numero dei presenti nella tua e nostra città e non a gennaio quando pubblicate i dati forniti dall’Arpa. Ma veramente credete che state amministrando una massa di imbecilli o peggio ancora di deficienti?


  • Peppino

    Sequestro preventivo di beni per un valore di oltre 9 milioni di euro. Questi valori dove vanno finire? Questo denaro deve essere utilizzato solo per lo smaltimento dei rifiuti. Per me questi criminali non dovrebbero solo andare in prigione. Tutti gli arrestati come punizione per minimo 2 anni devono pulire le coste e il resto dello scarico illegale. Così anche gli imitatori sono in meno. L’unico modo per salvare Manfredonia. Signore sindaco, il suo dovere e fare seriamente il suo lavoro. Lei e stato eletto per risolvere i problemi e non solo guadagnare il salario alto che paghiamo con le nostre tasse.


  • Lettore

    Ma il sindaco oltre ad essere un governatore di una città territorio, non dovrebbe anche provvedere al monitoraggio di tutto ciò cge succede nel territorio di sua competenza? Un altro poco e ci scaricavano i rifiuti dentro la città! GRAZIE TUTORI DELL’ORDINE PER FORTUNA CI SIETE VOI A TUTELARCI!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi