Cronaca

Brindisi, soldi per le vittime, Azzurra dimessa da ospedale

Di:

Attentato scuola Brindisi (fonte image: ultimora.net)

Brindisi – FISSATI i criteri di ripartizione dei 200mila euro che la Regione Puglia ha stanziato a sostegno delle studentesse coinvolte nell’attentato compiuto il 19 maggio scorso a Brindisi e delle loro famiglie. Il contributo si prefige di “sostenere le spese mediche e per il riavvio alla vita”. Dei primi 60mila euro già assegnati, una parte è andata anche ai genitori di Melissa Bassi, la sedicenne che è morta nell’esplosione, per aiutarli ad affrontare le difficoltà dopo la tragedia subita. Altri 20mila euro verranno trattenuti dal Comune di Mesagne, la città in cui risiedono le ragazze, per il pagamento dei farmaci che potranno essere prelevati presso la farmacia comunale di Brindisi. La restante parte della somma (120mila euro) verrà attribuita dal giudice tutelare ad ognuna delle ragazze in proporzione alla gravità delle loro condizioni di salute e quindi della quantità e tipologia di cure necessarie.

Feriti. Intanto tutte fuori pericolo le ragazze ferite in seguito all’attentato. Sarà dimessa domani dall’ospedale Perrino di Brindisi Azzurra, mentre si attende il rientro a Mesagne di Veronica che è ancora ricoverata a Pisa. Le altre, Selena, Sabrina e Vanessa, sono tutte a casa.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi