Manfredonia

Controlli GdF su imbarcazioni di lusso, 8 verifiche a Manfredonia

Di:

Operazione Sailing Money, controlli su imbarcazioni di lusso dei finanzieri del Reparto Operativo Aeronavale della Puglia (STATO@)

Bari – PROSEGUE l’Operazione Sailing Money, delle Fiamme Gialle del Reparto Operativo Aeronavale della Puglia, per il monitoraggio delle imbarcazioni e dei natanti da diporto di particolare pregio. Nel fine settimana trascorso, durante gli ordinari servizi di polizia economica e finanziaria, i Finanzieri hanno controllato – in mare e nei porti pugliesi – 40 yachts a motore o a vela, allo scopo di individuare e contrastare fenomeni di evasione o elusione fiscale, realizzati anche attraverso fittizie intestazioni delle imbarcazioni a soggetti diversi dall’effettivo proprietario/utilizzatore ovvero a società di comodo.

Le ricerche delle Fiamme Gialle sono state indirizzate verso quelle “imbarcazioni” (immatricolate e di lunghezza superiore a 10 metri) e quei “natanti” (non immatricolati ed inferiori a 10 metri di lunghezza) di particolare valore e pregio, allo scopo di individuare, attraverso successivi incroci delle informazioni acquisite con le banche dati, eventuali situazioni di significativo potenziale interesse, con particolare riferimento a:
– persone fisiche che dichiarano redditi apparentemente non coerenti con il valore dell’imbarcazione/natante posseduta e/o dei canoni di leasing versati per l’acquisto;
– società con oggetto sociale non inerente alla gestione di imbarcazioni/natanti utilizzati per il diporto.

Dall’inizio dell’anno, sono complessivamente 309 le imbarcazioni ed i natanti controllati dai Finanzieri del Reparto Operativo Aeronavale di Bari.

Per Manfredonia: 8 le verifiche effettuate nell’ultimo settimana, su relativi natanti tutti superiori ai 10 metri; i dati consentiranno di effettuare delle verifiche incrociate con le dichiarazioni di redditi apparentemente non coerenti con il valore dell’imbarcazione/natante posseduta e/o dei canoni di leasing versati per l’acquisto. Dall’inizio del 2012, 63 i natanti controllati nel Golfo di Manfredonia, ad opera dei finanzieri del Reparto Operativo Aeronavale di Bari, con l’ausilio dei relativi reparti locali.


I PASSATI RISCONTRI NELL’APRILE 2012: 2 CASI A MANFREDONIA, NATANTI DI LUSSO, REDDITI DA IMPIEGATI.
Come anticipato nell’aprile 2012, nell’ambito dell’operazione “Sailing money” (focus, a cura del Col. Amedeo Antonucci, Comandante del Reparto Operativo Aeronavale di Bari e Cap. Paolo Zottola) erano stati riscontrati 2 casi emblematici a Manfredonia relativi a discordanze tra redditi dichiarati e patrimoni personali.

Un primo caso accertato – dopo controlli della Guardia di Finanza sezione operativa navale di Manfredonia – quello di un possessore di partita iva (persona giuridica) con redditi dichiarati pari a 87mila euro ma con uno yacht a disposizione di 450mila euro.

Altro caso rilevante quello di una persona fisica con ultimo 730 pari a 35mila euro ma con uno yacht a disposizione dal valore di 650mila euro. I soggetti in questione non sono stati denunciati in attesa di ulteriori accertamenti che saranno estesi anche al patrimonio personale, per la verifica del possesso di altri beni di lusso in discordanza con i redditi dichiarati.

g.defilippo@statoquotidiano.it



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • Vriogna sipontina

    IN GALERAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!


  • anonimus

    Poverini, poverelli, poveretti….. La confisca e la relativa vendita all’asta è la migliore soluzione, anche per i sacrifici che si vivono e si vivranno….
    Monti farebbe una cosa buona… mettere la patriminiale sui beni, in particolare su quelli di lusso, con esclusione dell’unica casa adibita ad abitazione. Zero imposte sulla casa di abitazione è la cosa più equa che uno Stato dovrebbe garantire.


  • muammar

    la guardia di finanza si farà ciotta ciotta dopo l’inaugurazione del mostro turistico.

    ah, è vero, dimenticavo, ops, non verrà nessuno in quel porto, per paura della finanza, sceglieranno la bella e vicina croazia dove la natura è incontaminata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi