Lavoro

Fondo flessibilità per i dipendenti del turismo in Puglia

Di:

Fondo flessibilità per i dipendenti del turismo in Puglia (st)

Foggia – LA segreteria provinciale della Fisascat Cisl di Foggia esprime soddisfazione per la sottoscrizione dell’accordo del Comitato Esecutivo dell’Ente Bilaterale del Turismo di Puglia per la selezione delle lavoratrici e dei lavoratori occupati nel comparto turistico, che usufruiscono di strumenti di flessibilità e richiedono l’accesso al fondo per il sostegno alla flessibilità. “Si tratta di un risultato importante – rileva il Segretario Generale, Leonardo Piacquaddio – che valorizza il ruolo della bilateralità attraverso la realizzazione di misure concrete a sostegno dei lavoratori del settore alle prese con la difficile congiuntura economica a livello nazionale e territoriale. Con tale iniziativa, si è cercato di valorizzare un modello di relazioni che metta insieme – evidenzia il sindacalista della Cisl – risorse pubbliche e contributi privati a sostegno di un modello sociale inclusivo e partecipativo”.

L’Ente Bilaterale del Turismo, essendo risultato, attraverso un avviso pubblico, soggetto idoneo all’erogazione di sostegni per le politiche di conciliazione dei tempi, unitamente al Dipartimento Pari opportunità della Regione Puglia, ha sottoscritto una convenzione con l’Assessorato Regionale alle Politiche del Welfare, che rende operativo il fondo per la flessibilità del lavoro costituito presso l’Ente Bilaterale del Turismo Puglia. “La costituzione di questo fondo rappresenta – riferisce Piacquaddio – un utile banco di prova sulla volontà di rispondere alle esigenze di conciliare i tempi di vita e quelli di lavoro. I servizi per le famiglie, insufficienti per far fronte alle esigenze di condurre tempi di vita e tempi di lavoro, e la necessità delle lavoratrici e dei lavoratori di assolvere all’accudimento dei figli o dei genitori anziani, richiedono strumenti di sostegno capaci di governare le mutate esigenze sociali”.

Il fondo, con le proprie risorse, rafforza alcune misure già previste dalla legislazione vigente e dalla contrattazione collettiva, puntando sul sostegno del reddito e della contribuzione nel caso di ricorso al lavoro part-time, sulla integrazione del reddito nell’utilizzo dei congedi parentali. A sostegno della maternità, prevede l’integrazione del reddito nel ricorso all’astensione facoltativa. Per la realizzazione degli interventi previsti dal fondo sono stati stanziati 375.000 euro da parte della Regione Puglia e 50.000 euro dall’ Ente Bilaterale del Turismo – Puglia. Gli interventi di sostegno verranno erogati attraverso un avviso pubblico che l’Ente Bilaterale del Turismo ha già predisposto, mentre i beneficiari sono tutte le lavoratrici ed i lavoratori che abbiano la condizione per accedervi e che siano aderenti all’EBT-Puglia alla data del 19 aprile 2012.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi