Manfredonia

La nostra idea di arte e cultura, Prencipe: ecco LeggereManfredonia (VIDEO)

Di:

LeggereManfredonia, la presentazione dell'evento (stato@)

Manfredonia – LIBRI, teatro, degustazioni, tutti proiettabili con le dovute proporzioni: agenzie, comunicazione, politica e sponso. E’ Leggeremanfredonia, la prima festa del libro “al confine tra letteratura, arte, gastronomia e musica”, prevista nel centro nei prossimi 14 e 15 luglio 2012.

Un’idea elaborata da tempo e che vede quale “ideale capitano” il professore Antonio Prencipe, presidente dell’Associazione Se.di.ci., attuale consigliere comunale. Oltre all’associazione Sedici, organizzatori dell’evento: l’agenzia Ideadoc, l’associazione Manfredonia24, la Bottega degli Apocrifi e Andrea Pacilli Editore-Buenaventura Comunicazione. Sponsor dell’iniziativa: dal Gal Daunofantino alla Cir Food Cooperativa di ristorazione, Gelsomino Home Collection, Manfredi Ricevimenti, in gran parte interessati nella redazione del documento del turismo locale, che fonda le proprie basi sul costituendo porto turistico e l’attesa Agenzia del Turismo.

Nella due giorni spazio alle rappresentazioni della Bottega degli Apocrifi, alla presenza dei vari rappresentanti politici: dal sindaco Riccardi al presidente della Provincia Pepe, fino all’iniziativa ‘I pugliesi del mondo’, con intervento dell’assessore Elena Gentile. Ma LeggereManfredonia sarà anche poesia, con gli autori Michele Trotta, ‘I profili delle passioni’ e Valeria Agricola, “Terra data”, con Felice Laudadio, il premio letterario Rita de Cristofaro (scrivere Manfredonia), gli aperitivi letterali del Gal, la proiezione del Docu-film “Finding Joseph Tusiani – The poet of two lands“, con la regista Sabrina Digregorio, tribute band, le rappresentazioni della Bottega degli Apocrifi, ma soprattutto don Aniello Manganiello “Gesù è più forte della Camorra”, con il giornalista Rai Giancarlo Pinto, testi (Italo Magno), recital, la cantante Amalia Grè ed eventi dedicati ai libri ed alla lettura sotto l’ombrellone. Un passo di un testo è stato letto questo pomeriggio dalla dottoressa Teresa La Scala.

L’idea è quella di unire le forze citate tramite un’unica espressione futura tra arte, musica e relazioni sociali. “Quello di quest’anno rappresenta una sorta di numero zero – dice a Stato il prof. Antonio Prencipe – per far riscoprire la nostra città mediante la cultura, per la creazione di un evento che attiri l’interesse dei diversi visitatori”.


Redazione Stato, dff@riproduzione riservata



VIDEO




Photogallery



Vota questo articolo:
0

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi