CronacaFoggia

LIFE Bosco Incoronata, m5s: Mongelli perde 1 milione di euro

Di:

Il sindaco foggiano Gianni Mongelli (st)

Foggia – I cittadini iscritti al Movimento 5 Stelle di Foggia denunciano l’ennesima perdita di finanziamenti europei a causa dell’inettitudine dei politici di maggioranza, ma anche dell’opposizione, che si trovano in questo momento a sedere nel Consiglio Comunale di Foggia. L’ennesimo progetto perso è il “LIFE Bosco dell’Incoronata” che è stato nel 2009 uno dei sette progetti approvati dalla Commissione Europea in Italia.

“Un progetto scritto dal Centro Studi Naturalistici e dall’Università di Foggia, che il Comune di Foggia non ha saputo di fatto portare a compimento, e che una volta realizzato
avrebbe comportato il rilancio del parco Regionale dell’Incoronata, e permesso a tanti giovani foggiani di lavorare per quattro anni” dichiarano gli iscritti al Movimento 5 Stelle di Foggia. “Un ennesimo mancato risultato di cui non andare orgogliosi ma invece di chiedere scusa alla città già in ginocchio per i tanti progetti mai partiti, per i contenitori culturali abbandonati, per la mancanza di spazi verdi, di parchi giochi, ecc. il Sindaco ha pure il coraggio di affermare che “Non è vero che il finanziamento LIFE sia stato revocato. Bruxelles ha fissato le procedure di chiusura anticipate del progetto al 18.07.2012 e poi ci saranno altri 3 mesi per il rapporto finale”. “Ma signor Sindaco, cosa vuole rendicontare se lei non ha attivato nulla nemmeno i classici cartelli d’inizio lavori? Sindaco, noi iscritti del Movimento Cinque Stelle chiediamo le vere ragioni per cui lei ha volontariamente perso questi fondi, perché da quanto ci risulta, per far partire il progetto bastava redigere una semplice delibera di 4-6 pagine, di cui in realtà solo 2 nuove e firmare delle convenzioni fornite dalla stessa commissione, quindi ci sarebbe stato da aggiungere solo i nomi dei firmatari, e inviare in ragioneria i mandati di pagamento. Un’attività pesantissima che si poteva risolvere con 2-3 ore di lavoro ma che di proposito avete voluto buttare alle ortiche facendo perdere ricchezza e posti di lavoro alla nostra amata città”!

“Lei Signor Sindaco, sostiene da sempre che il comune ha difficoltà economiche ma ci deve spiegare perché su questo progetto prima chiede il sostegno alla Provincia e quando lo ottiene lo rimanda indietro? Anche questo passaggio non ci è chiaro!
Il Parco dell’Incoronata è in totale stato di abbandono così come la Masseria Giardino, la sua amministrazione continua ad operare perché queste aree da terreni agricoli si trasformino in aree industriali, favorendo così la realizzazione di ipermercati, campi eolici, persino un inceneritore, che vuol dire distruzione della salute e dell’agricoltura”!

“Noi diciamo stop a queste speculazioni selvagge, che vanno ad arricchire i soliti pochi noti a scapito dell’interesse di tutti e chiediamo che questi 600 ettari di proprietà pubblica ritornino ad essere bosco, così da dare finalmente a questa città un vero polmone verde che lo difenda dall’afa estiva e dall’inquinamento dei tanti impianti inquinanti nascenti nella nostra provincia. Per fare questo come iscritti al Movimento Cinque Stelle riteniamo necessario avere un vero Parco Regionale. Per cui chiediamo anche in virtù di questo gravissimo fallimento che la Regione Puglia commissari questo parco proprio con l’intenzione di rilanciarlo e dargli la giusta dignità che deve avere il più importante bosco di pianura presente in Puglia”.

“Ovviamente come cittadini le consigliamo di dimettersi dopo questa ennesima figuraccia, che comporta gravi ulteriori perdite di ricchezza per la nostra città! Siamo ormai tutti vittime della sua incapacità di gestire progetti di tutela e di sviluppo reali, e siamo stanchi, veramente stanchi ad assistere all’ennesima importante occasione di crescita professionale e di lavoro sfumata” concludono arrabbiati gli iscritti al Movimento 5 Stelle di Foggia.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi