Capitanata

Tribunale diritti malato, Regione interrompe rapporti.Attolini: no

Di:

Dino Marino (fb)

Bari – LA Commissione sanità si avvicina al termine delle audizioni programmate per approfondire il tema della riorganizzazione della rete ospedaliera e quella dei punti nascita. Domani sono in programma le due sedute conclusive: in mattinata saranno espletate le ultime audizioni in calendario, nel pomeriggio è attesa, invece, l’informativa degli assessori Ettore Attolini (sanità) e Fabiano Amati (lavori pubblici), in merito alla costruzione di nuovi ospedali ed alle implicazioni con la seconda fase del piano di riordino.

Nel pomeriggio la Commissione presieduta da Dino Marino, ha ammesso alle audizioni i rappresentanti di ben 13 tra associazioni, enti o organizzazioni sindacali. Molte le relazioni che hanno accompagnato la sintesi e messe agli atti dei lavori della commissione dinanzi alla quale si sono alternati i rappresentati di Cittadinanza Attiva, Tribunale del Malato, Tribunale dei diritti del Malato, associazione Giustizia per i diritti, Scuola di cittadinanza, i referenti della Conferenza delle associazioni a difesa delle strutture sanitarie cittadine di Monopoli e dell’Associazione DAI di Manduria, il sindaco di Brindisi Mimmo Consales (“i tagli erano attesi, però ci aspettavamo anche una riqualificazione dell’offerta complessiva dei servizi sanitari”, ha esordito il primo cittadino del capoluogo messapico), e per le organizzazioni professionali, i referenti di SICOA, ANMCO, GISE, CIMOP e AIAC, sigle che raccolgono per la maggior parte dei casi medici cardiologi.

Nella tornata conclusiva ( la commissione ha dedicato all’esame della delibera riguardante il riordino della rete ospedaliera e di riorganizzazione della rete regionale dei punti nascita ben sette sedute nell’arco di 4 giorni), hanno chiesto audizione il sindaco di Monopoli, il commissario prefettizio di Manduria, il presidente della provincia di Brindisi, il referente del comitato ‘Pro Giannuzzi’ di Manduria, i rappresentanti regionali di AIOP, CIMO, ANAAO, ANPO, FESMED e FVM.


Marino.
“E’ grave che il governo regionale abbia interrotto l’interlocuzione con il Tribunale per i diritti del malato la cui rete è tanto capillare da favorire una immediata percezione delle problematiche che affliggono i nostri ospedali, anche in termini di organizzazione ed erogazione di servizi”. Lo ha detto in una nota il presidente della commissione sanità Dino Marino.

Il contributo del Tribunale per i diritti del malato – alla luce del lavoro che dovrà compiere la cabina di regia regionale -, quindi, può rivelarsi non solo utile, ma addirittura prezioso. Sono sicuro, pertanto, che l’assessore alla salute Ettore Attolini non mancherà di cogliere la nostra sollecitazione ad ripristinare una attenta consultazione dell’associazione.”

Rocco Palese (St)

Audizioni fase 2 piano rientro, Palese (Pdl): “Bocciatura unanime. Tribunale del malato parla di ‘scelta scellerata’” . “Le audizioni sulla cosiddetta ‘fase 2’ del Piano di Rientro continuano con una sonora bocciatura anche da parte dei Sindacati, delle Associazioni, del Tribunale del Malato, di quella Cittadinanza attiva con cui la sinistra prometteva sin dal 2005 che avrebbe ‘scritto a porte aperte’ il piano sanitario e con cui oggi scopriamo invece che non c’è stata alcuna concertazione.”

Lo dichiara in una nota il capogruppo del Pdl alla Regione Puglia, Rocco Palese, per il quale “forti sono le contestazioni, sia sul metodo seguito dal Governo regionale, sia sul merito delle scelte in alcuni casi definite ‘scellerate’ perché hanno tagliato i servizi e non gli sprechi, perché hanno smontato senza rimontare nulla, perché non hanno dato alcuna garanzia sull’attivazione dei servizi territoriali che ad oggi non funzionano, né tempi sul potenziamento degli ospedali che restano aperti e sulla riqualificazione di quelli dismessi. In sostanza le critiche che arrivano dalle audizioni sono sovrapponibili alle motivazioni della nostra netta contrarietà sia alla prima sia alla seconda fase del Piano. Le associazioni hanno denunciato una politica sanitaria disarticolata, dequalificata nelle proposte, carente negli investimenti e discutibile nelle scelte, compiute evitando il coinvolgimento della stessa Cittadinanza attiva”.

“Insomma, audizioni postume che rischiano di essere inutili se non per ripristinare le basilari regole della democrazia, del coinvolgimento e del confronto istituzionale che la Commissione sta provvedendo a ripristinare di fatto sostituendosi alla Giunta regionale”.

Attolini, Tdm: mai interrotti rapporti.E piano di rientro opportunità per sanità. L’assessore alle Politiche della Salute, Ettore Attolini, è intervenuto a margine delle audizioni per la cosiddetta “fase due” del Piano di rientro e a seguito della nota diffusa dal presidente del gruppo Pdl, Palese. “Voglio ricordare – ha detto Attolini – che il rapporto con il Tribunale per i diritti del malato e con Cittadinanzattiva non è mai stato interrotto e che per noi è molto importante. I rappresentanti del TDM sono stati da me incontrati già tre volte e il rapporto prosegue anche a seguito degli incontri programmati dall’assessore Fiore. Gli incontri sono stati proficui, tanto che è stata accolta una mia proposta di riavviare l’audit civico, ricalibrandolo sull’assistenza territoriale. L’audit civico è un’importante metodo di verifica, che dopo il piano di rientro si è deciso di comune accordo di ricalibrare di più sull’assistenza territoriale che su quella ospedaliera. L’audit civico riprenderà il via, dopo alcuni step di verifica, dopo l’estate”. “In più – precisa Attolini – va ripetuto che il riordino ospedaliero con il piano di rientro è un attività complessa che la Puglia sta affrontando in meno di un anno. E compatibilmente con i tempi ristretti, con risultati positivi. Il piano di rientro è per la Puglia un’opportunità”.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • pietro facioni

    commento sul video—-H1 N1–RINOMONDO—-
    TAGLI SULLA SANITA’—–


  • pietro facioni

    I DIRITTI SUL MALATO ?–CON TAGLI ALLA SANITA’–E POSTI LETTO ?—–VIDEO–RINOMONDO H1 N1—
    PROTESTA SOCIALE PER I DIRITTI DEL MALATO—RINOMONDO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi