Eventi

Fiera del Levante, di scena la storia dei tratturi

Di:

Un tratturo (immagine generica)

Bari – In occasione della Fiera del Levante la Puglia rinnova e consolida il forte legame con le tradizioni della sua terra. E ne fa argomento del primo evento promosso per la settantacinquesima edizione della Campionaria. “La Civiltà dei tratturi e la storia delle Regioni tra passato e futuro” è il tema della conferenza-dibattito che si terrà lunedì 12 settembre a partire dalle ore 10 nello stand del Consiglio regionale. Obiettivo dell’incontro quello di svecchiare un antico legame tra due regioni, la Puglia e l’Abruzzo, unite nel passato dai sentieri rurali che i pastori percorrevano nei mesi freddi per trasferire le greggi dalle montagne abruzzesi ai pascoli nelle pianure del Tavoliere e della Murgia salentina.

Interverranno al dibattito Onofrio Introna e Nazario Pagano, presidenti dei Consigli regionali di Puglia e Abruzzo; Francesco Laddomada, segretario della Commissione Ambiente del Consiglio regionale della Puglia; Michele Pesante, dirigente dell’Ufficio regionale Parco e Tratturi di Foggia, Arturo Cucciola, architetto al Politecnico di Bari. Moderatrice dell’evento sarà Daniela Daloiso, dirigente del Servizio Biblioteca e Comunicazione Istituzionale del Consiglio regionale della Puglia.

Il viaggio nel passato proseguirà attraverso la mostra “Tratturi: strade senza tempo” con la collaborazione dell’Ufficio Regionale Parco Tratturi di Foggia e dell’Associazione regionale pugliese Tecnici e Ricercatori in Agricoltura. Seguirà la proiezione del documentario “Tratturi”, a cura di Fuorisync e Rossellini film. Nel pomeriggio, alle ore 16, musicologia e parità di genere saranno protagoniste del progetto “Potere e musica nel teatro femminile dell’Europa del ‘700” presentato da Mariacarla De Giorgi, musicologa all’università del Salento.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi