Sport

XIX Regata del Gargano, al via 54 imbarcazioni

Di:

Manfredonia, XIX Regata del Gargano (archivio, fonte image: www.regatadelgargano)

Manfredonia – PRENDE il via sabato 10 settembre 2011, con la prima tappa Manfredonia-Vieste, la XIX Regata del Gargano, trofei Pizzomunno Cup e A. Frattarolo, organizzata dalla sezione di Manfredonia della Lega Navale Italiana, valida per il XVIII Giro di Puglia e per il V campionato di vela d’altura orc.

Con una punta di orgoglio il presidente della LNI Manfredonia, Lorenzo Di Candia, parla del record di iscrizioni stabilito in questa edizione, con ben 54 barche pronte a contendersi il titolo della manifestazione sportiva “che mette la nostra città –ha detto- al centro della vela settembrina pugliese”.

Un record che va letto anche in termini di qualità oltre che di quantità: “sono arrivate barche altamente competitive, molte delle quali armate con vele al carbonio, ed equipaggi che faranno la differenza” ha aggiunto Di Candia. Alcune imbarcazioni hanno levato gli ormeggi da Taranto fin su su a Pescara e Giulianova per partecipare alla affascinante e imprevedibile costiera che si effettua, come da tradizione, il secondo fine settimana di settembre.

“Sono presenti le tre più importanti velerie che operano in Puglia, Montefusco, North Sails e Banks Sails che seguiranno la regata –annuncia Di Candia- con una officina mobile, pronta a intervenire nell’eventualità che si verificassero problemi. Una presenza molto significativa perché quando una regata suscita il movimento dell’indotto vuol dire che comincia seriamente a funzionare”. L’ultima arrivata è Auree, un auree 33 armato da Nicola Viti per Hiper Yacht Italia Meridionale, partito da Istambul per raggiungere Manfredonia e lanciarsi alla conquista del trofeo challenge: una barca da crociera ma, a dispetto delle apparenze, pensata per essere condotta anche da un equipaggio ridotto, armata da regata oceanica e, quindi, molto sicura in tutte le condizioni meteomarine. Viti, al timone, Paolo Semeraro nel doppio ruolo di randa e tattico, Lorenzo Marinelli e Mimmo Nitti alle vele, Gigi Di Nonno alla prua.

Un pluridecorato, Nichi Vescia, campione italiano nella specialità match race, timonerà “Robadamatti”, l’Elan 41 armato da Gaetano Panetta. Sul 17 metri Buena Vista, il Felci 61 armato da Luigi Pannarale, timonerà il fratello Giuseppe coadiuvato da un folto ed agguerrito equipaggio.

Su Float On Aikos, l’Azuree 40 armato da Matteo Lecce, un equipaggio con cui fare i conti in regata, composto da Michele Lecce, Gigi Masturzo, Corrado Capece Minutolo, e, con il ruolo di tattico, Gabrio Zandonà, il velista del CV Marina Militare che con Pietro Zucchetti (SV Guardia di Finanza) difenderà i colori italiani alle olimpiadi di Londra 2012 nella specialità 470 maschile.

Le imbarcazioni in gara e i nomi degli armatori: Blanca, bavaria 44 (Matteo Ciuffreda) – Amams, cyclades 39 (Salvatore Nasuto) – Gagliarda Idea Blu, beneteau 473 (Francesco Russo) – Pegaso, s.o. 40.3 (Maurizio Semeraro) – Calcedonia, s.o. 42 ds (Giuseppe Buccino) – Ambrosia, comet 13 (Gaetano Natale) – Esperia Fly, bavaria 43 (Antonio Di Iasio) – Enjoy, beneteau oceanis 411 (P.Matteo Soldano) – Damolaa, delphia 40 (Gerardo Marchetti) – Dugongo, hanse 470 (Vincenzo Martinelli) – Calaspido, bavaria 46 (Giuseppe Del Medico) – Morgan, first 44.7 (Antonio Totagiancaspro) – Soft, dufour 40 (Graziano Giobbe) – Le Effe, oasis 33 (Pasquale Russo) – Lecocò, dufour 40 (Ludovico Pennetti) – Perbacco, g.s. 46 (Arcangelo Rinaldi) – Gaia, oceanis 411 (Attilio Manfrini) – Angelica II, sciarrelli 50 (Antonio Centrone) – Grande Cesare, gs 40 (Giosuè Barsotti) – Rossa, swing 34 (Antonio Sputore) – Jogirò, jeanneau (Pappalardo, Pellegrino, Sapone) – Meria, first 31.7 (Mazzilli, Capurso, Poli) – Morning Glory, ziggurat 9.16 (Fulvio Basile) – Pulce, first 36.7 (Rolando Perfini) – Furia, hanse 470 (Mauro Vitulano) – Rubens, first 34.7 (Riccardo Rosati) – Io, sun odissey 33.1 (Antonio Rinaldi) – Pervinca, ior 3 / 4 (Cosimo Ostuni) – Raffica, first 31.7 (Paolo Romanelli) – Via di Mezzo, pierrot 9.25 (Arveno Bonavita) – Maria Ludovica, salona 37 (Leonardo Pascale) – Soffio, figaro (Luigi Cacace) – Spirit of Red Mullet, first 31.7 (Massimiliano Rella) – Orione, g.s. 45 (Nunzio Bellincontro) – Gaios, mousse 907 (De Vanna, Amoruso) – My Way Parallelo 41, first 40 (Giuseppe Rubino) – Robadamatti, elan 41.0 (Gaetano Panetta) – Splash, gs 40 race (Candido, Mercurio) – Indigo, gs 40 (Lorenzo Di Candia) – Buena Vista, felci 61 (Luigi Pannarale) – Elettra 2, beneteau 40 (Andrea Bison) – Float On Aikos, auree 40 (Matteo Lecce) – Toscane, dinamic 63 (Paolo Di Carlo) – auree, auree 33 (Nicola Viti) –


Redazione Stato@riproduzione riservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi