EditorialiManfredonia

Renzi e le riforme dimezzate (vs la sicurezza di Stato)


Di:

AHI serva l’Italia, di dolore ostello, nave senza nocchiere in gran tempesta, non donna di provincia, ma bordello.”. Cosiì descriveva l’Italia Dante Alighieri nel sesto canto del Purgatorio.

Un’Italia distratta e asservita dagli interessi individuali, priva di un governo autorevole e in balia degli eventi. Gia’ allora un’Italia dilaniata da lotte interne, in mano alla corruzione ed in balia delle onde. Ma oggi cosa e’ cambiato nel Bel paese? E’ ancora una nazione senza nocchiere in gran tempesta!

Riforme e riforme, da cosa inizia il governo Renzi? Non dall’abolizione delle province, non dalla riduzione degli enti inutili, non dalle municipalizzate, ove si annidano migliaia di dipendenti con qualifiche dirigenziali con lauti compensi, tutti o quasi con poltrone segnalate dalla politica, enti deficitari, o in qualche caso fallimentari. Non taglia dipendenti di camera, senato, quirinale, non dimezza il compenso dei consiglieri regionali, (15.000 euro al mese per quelli pugliesi).

Il governo Renzi inizia il taglio dei costi, dal comparto sicurezza. Mette la mano al portafoglio a coloro i quali con sacrificio, passione, coraggio, spirito di abnegazione, tutela la sicurezza e l ordine pubblico della nazione. Mette la mano al portafoglio a quegli uomini e donne che alla domenica vanno a prendersi le botte allo Stadio, che rischiano la vita ed a volte ci rimettono la stessa vita, vittime di stragi di natura politica o terroristica, o di semplici bulli e delinquenti. D’ altronde cosa ci si puo’ attendere da uno stato che permette venga dedicata una sala del senato a Carlo Giuliani, il ragazzo che con un estintore voleva fracassare la testa ad un Carabiniere. Certo non ci si puo’ attendere che abbia attenzione verso di chi tutti i giorni rischia la vita per la nostra sicurezza. Le attenzioni Ministro Alfano non si mostrano con il chiacchiericcio e con i convenevoli ma con i fatti.

Presidente Renzi, mi complimento con lei che ha il coraggio di togliere 100 euro nelle tasche dei fedeli servitori dello Stato. Continui così. Sta dimostrando al mondo intero che l’Italia e’ ancora oggi quella nave senza nocchiere in un mare in gran tempesta. I suoi conterranei Presidente dissero al mondo intero che da Firenze era partito il nuovo rinascimento. Sarebbe questo il nuovo Rinascimento?

Ad oggi io vedo un uomo che non ha il coraggio di affrontare le situazioni importanti, vitali per la rinascita della nazione, e che lancia uno slogan al giorno. Le voglio ricordare che ogni giorno si suicidano otto italiani per colpa della crisi. Ogni giorno otto italiani che sentendosi sconfitti ed umiliati si tolgono la vita, quasi tutti imprenditori. Forse per questo oggi ha marinato il convegno degli industriali a Cernobbio. Cosa doveva andargli a dire, che ad oggi il governo non e’ stato capace di fare una riforma strutturale? Presidente, si metta al timone della nave, e la guidi ad un sicuro approdo, diversamente la tempesta la affondera’.

Non siamo nel 1200 siamo nel mondo globalizzato e la globalizzazione non ha nulla da offrire ad un paese che non vuole cambiare ed e’ devastato dalla poverta’, dalla precarieta’, dall’incapacita’ di reagire.

(http://qn.quotidiano.net)

(A cura di Antonello Scarlatella – antonello.scarlatella@email.it)

Renzi e le riforme dimezzate (vs la sicurezza di Stato) ultima modifica: 2014-09-09T20:11:06+00:00 da Antonello Scarlatella



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Corto Maltese

    decontestualizzare la morte di carlo giuliani da tutto quello che è successo al G8 di genova è un errore madornale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This