Manfredonia

23ma edizione di Argos Hippium, le dichiarazioni

Di:

Manfredonia. Dopo alcuni giorni dalla conclusione della ventitreesima edizione del premio Argos Hippium, pubblichiamo uno speciale con le dichiarazioni degli ospiti, premiati e premianti di una serata piacevole. Infatti è sempre un piacere scoprire il meglio che il nostro territorio ha potuto produrre in ambito di risorse umane. Per le dichiarazioni partiamo dai conduttori della serata Marino Bartoletti e Alessandra Carrillo.

Marino Bartoletti: “Per me è stata una gioia, ma anche un’emozione condurre la ventitreesima edizione del Premio “Argos-Hippium”, perché ancora una volta mi ha dato la gioia di riscoprire quale “miniera” artistica, ma soprattutto umana sia il nostro Paese. E soprattutto, lo affermo con orgoglio da “provinciale”, quale miniera sia la cosiddetta Provincia. Avevo avuto la certezza di presentare e di premiare solo dei Campioni. E così è stato, a testimonianza della fertilità intellettiva di una Terra che ha impreziosito il Mondo col talento declinato in tutti i campi dei suoi figli migliori. L’emozione più forte l’ho provata ammirando la maestosità non solo virtuale della “ricostruzione” della Basilica paleocristiana di Santa Maria Maggiore. Un enorme, affascinante e geniale ologramma in dimensione reale, davanti al quale secondo me Leonardo avrebbe detto: mannaggia, ma perché non l’ho fatto io?”.

Alessandra Carrillo:”E’ stato un piacere ed un’ onore per me poter accompagnare il grande giornalista Marino Bartoletti nella presentazione della XXIII ed. del Premio Argos Hippium. A maggior ragione perché è un Premio a cui tengo in particolar modo essendo stata io stessa premiata nel 2011, come manager internazionale di rientro in Italia. Ed un premio che mi ha portato fortuna, avendo poi ricevuto l’anno dopo una targa speciale per il Premio Bellisario.

Tornare sul palco da presentatrice, invitata dall’amico Lino Campagna, in una cornice affascinante come quella del Parco Archeologico di Siponto – che unisce alla bellezza della Basilica romanica di Santa Maria, l’opera moderna del giovane artista Edoardo Tresoldi – è stata un’esperienza unica, ancor più per l’aver avuto la possibilità di conoscere i tanti talenti che la Capitanata regala al mondo nei vari campi d’interesse: dalla scienza all’arte, dall’impegno sociale al business e allo sport.”

Di seguito riportiamo le dichiarazioni di alcune persone che sono state premiate:

Michela Muserra Illustratrice:”che ricorda come Il premio le sia stato assegnato principalmente per il libro illustrato “if you are happy and you know it clap your hands” che ha riscosso grande successo. Pubblicato nel 2015 da Caracò Editore, una giovane casa editrice napoletana”.

A proposito di editori Claudio Grenzi editore, anch’egli tra i premiati, questa la sua considerazione personale : “confermo il grande piacere di vedere definitivamente acquisita la mia appartenenza al “popolo pugliese”. Tra i premiati anche il questore di Foggia Piernicola Silvis, personalità che ha sempre anteposto a tutto quattro imperativi: il prevalere sempre e comunque della legalità e del rispetto dei diritti dei cittadini; il non aver mai chiesto aiuti trasversali a chicchessia, con la conseguente possibilità di guardare tutti con la schiena dritta; la speranza di poter essere considerato un buon ambasciatore di Foggia e della Daunia: dovunque egli sia stato e abbia scritto o detto, i suoi natali foggiani sono stati, sempre e comunque, anteposti con orgoglio a tutto il resto; l’essere riuscito a non trascurare mai, in una vita “piuttosto” intricata, una moglie, due figli e, da qualche mese, un nipotino.

Il Pugile Andrea Scarpa, in occasione della sua premiazione, ha consegnato a Lino Campagna una T-shirt in cui esprimeva il suo essere foggiano al 100%, ribadendo la forza della Capitanata. Luigi Balestra: “Ritornare nella propria terra e ricevere un premio inorgoglisce e rinsalda un legame che ci si porta dentro quotidianamente. Ho particolarmente apprezzato la leggerezza della serata, cui ha fatto però da sfondo una grande densità di contenuti, nonché lo spessore dei premiati alcuni dei quali assai giovani e dotati di brillante personalità”. Christian Picciolini, autore di Romantic Violence: Memoirs of an American Skinhead e fondatore di Life After Hate, così esprime il suo riconoscimento: “Sono stato molto onorato di ricevere questo grande premio, e sono grato alla mia famiglia per avermi dato questo senso di appartenenza alla mie origini. L’ Argos Hippium è un onore distinto e mi sento davvero orgoglioso per il riconoscimento, e anche per la grande opera che Lino ha condotto quest’anno. Lo spettacolo era proprio meraviglioso.” Giulia Magaldi :“Quando ho sentito chiamare il mio nome la sera della premiazione, un’enorme emozione e orgoglio mi hanno riempito il cuore. Ricevere un premio dalla propria terra è un onore, ma anche una grande responsabilità. Come Dauna sarò sempre orgogliosa delle mie radici e le sfoggerò con determinazione. Il motivo della premiazione è la vincita del Clio Awards, premio internazionale che celebra l’eccellenza creativa in pubblicità, design e comunicazione. Il progetto che ha vinto è Underground Stations: una collaborazione con Pandora per valorizzare gli artisti delle metropolitane di New York usando pubblicità non intrusiva.”

Tra gli intrattenitori musicali della serata Gianpio Notarangelo dei Terranima ringrazia il Presidente di Argos Hippium per l’invito di presenziare ad una manifestazione così prestigiosa. “Essere presenti in un contesto che premia le eccellenze della Capitanata, per noi che da anni cerchiamo di portare il nome e la cultura della stessa in Italia ed all’ estero, rappresenta un motivo di soddisfazione ed orgoglio”. Anche la pianista del Antonella Trigiani, condivide come quella vissuta sia stata un’ esperienza magnifica, queste le sue Parole: “Sono stata davvero felice di aver preso parte alla serata evento” Premio Argos Hippium” Uno spettacolo di cultura emozionante ed avvincente, immerso in uno scenario mozzafiato, il tutto accompagnato sulle note di una musica sensuale e coinvolgente.

Coinvolgente è stata anche l’interpretazione di Gabriella Germani, che smentisce il detto che vorrebbe che nessuno è profeta in Patria, infatti questo premio testimonia come, anche a distanza di anni c’è chi riesce a scovare persone talentuose che si sono distinte per l’impegno profuso. La stessa Germani ringrazia Giorgina Cristaldi, che riesce a portare in tale manifestazione artisti di un certo spessore, tra questi anche l’attore Franco Nero.

A dire la propria pure qualcuno che ha conferito il premio cioè Adriana Mavellia ed il Dott. Michele Marino ecco le dichiarazione dei premianti:
Adriana Mavellia: “Argos Hippium quest’anno ha confermato il valore di un evento di grande classe utile alla valorizzazione dell’intero territorio della Daunia, parte della Puglia amata ma ancora non conosciuta abbastanza dall’opinione pubblica nazionale ed internazionale come altre zone della Regione. Sarebbe utile che fosse considerata dalle istituzioni e dai politici locali come la stella di un progetto organico di valorizzazione dell’intero territorio. Un encomio speciale alla magica struttura “virtuale” di Tressoldi e all’eleganza di tutta la serata. Così a noi Dauni che viviamo fuori, piace ricordare la nostra terra!”.

Dott. Michele Marino Dirigente Presidenza consiglio dei Ministri e Presidente Consorzio Pro –Ofanto condivide come in uno scenario incantevole, immersi nel Parco archeologico dell’antichissima Sipontum, abbagliati dalla creatività virtuale che ci ha restituito il profilo della Chiesa protocristiana di S.Maria, abbiamo potuto ammirare non soltanto la magnificenza storica della Daunia, magistralmente decantata da M. Bartoletti (ottimo conduttore della serata), ma anche l’importanza di non pochi figli di Capitanata, anche giovanissimi, che si sono messi in luce nel mondo, dal campo scientifico alla medicina, al diritto fino allo spettacolo ed allo sport.

In ultima istanza mi permetto di proporre al presidente Campagna, giustamente “affetto da sipontite”, la seguente idea migliorativa: “Ogni premiato può avere la facoltà di avanzare una candidatura per il Premio Argos Hippium dell’anno successivo, entro il 31 maggio. La proposta così può essere sottoposta all’esame di una giuria che può essere composta da almeno cinque studiosi ed esperti nei distinti settori e presieduta dal presidente dell’Associazione A. H.”.

Probabilmente il Presidente di Argos Hippium, da attento ascoltatore saprà valutare, anche tale proposta, e le altre che verranno, per migliorare di anno in anno un appuntamento che diverrà così sempre più impeccabile.

Per le dichiarazioni del ricercatore e del fisico anche loro distintisi per merito cliccare qui

Mentre per chi volesse vedere la differita della serata di Argos Hippium 2016 può sintonizzarsi su Teleradioerre secondo gli orari di messa in onda :

sabato 10 settembre 2016 ore 20:30
domenica 11 settembre 2016 ore 15:00
ore 20:30
lunedi 12 settembre 2016 ore 11:00
ore 20:30

Pubblicazione a cura di Benedetto Monaco
Foto di Matteo Nuziello



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati