Manfredonia
A cura di Claudio Castriotta

Manfredonia. Omaggio a “Giacomino”


Di:

Manfredonia, 8 settembre 2017. Ecco a voi, come la foto lo ritrae, il “giovanotto” Giacomino, di 102 anni, all’anagrafe Giacomo Califano.

Figlio di un ex carabiniere di origine campana, è ancora baldanzoso con le sue stampelle in giro per la zona “Monticchio”. Giacomino è attivo e va in chiesa tutte le mattine. È il più grande collezionista di santi che io conosca della città. Nella sua camera ha una parete tappezzata di santini antichi di tanti anni fa, essendo un collezionista fin dall’infanzia. Una vera passione la sua.

Oggi è venuto a farmi visita e mi ha fatto commuovere: cercava cartoncini per far da supporto alla sua collezione d’immaginette da appendere alla parete.

Lui, Giacomino, di professione faceva il barbiere a domicilio: girava un lungo e in largo Manfredonia, con una bici, mentre negli ultimi anni andava a piedi.

Giacomino ha una forza di vivere che, a trovarmelo davanti, mi ha dato speranza e grazia allo stesso tempo.

(A cura di Claudio Castriotta, Manfredonia 08.09.2017)

Manfredonia. Omaggio a “Giacomino” ultima modifica: 2017-09-09T08:40:08+00:00 da Claudio Castriotta



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • svolta

    Per caso è quel signore un po panciuto, col basco in testa ed una borsa in braccio, un po “kruiusill e abbunet”…. Io ero ragazzino e lo ricordo che andava sempre a piedi, mi sovviene che facesse il barbiere casa per casa.
    In verità, non avendolo perso di vista, pensavo che il tempo trascorso lo avesse in gloria il signore.
    La descrizione fatta nell’articolo mi ha fatto pensare a quell’uomo che non ho mai saputo si chiamasse Giacomino.
    Chiedo, gentilmente, all’estensore dell’articolo se mi può dare conferma che si tratta della stessa persona, e dirmi a che ora va in chiesa sicché poterlo rivedere oggi alla venerabile età di 102 anni…. e pensare anche a quanti anni sono trascorsi ….. Grazie.


  • Il PD sta diventando con il PNF

    Altri 100 anni di buona vita a questo arzillo signore.


  • Annarita

    Stamattina percorrevo via G.T. Giordani e un signore molto anziano con due bastoni chiedeva alle macchine di fermarsi. Credevo volesse attraversare e mi sono fermata. Invece voleva un passaggio fino alla chiesa di Santa Maria per poter “prendere il vangelo” e tornarsene a casa vicino Bernini. Non do passaggi a nessuno ma quel vecchietto mi ha ricordato mio padre e poi non avevo ben capito cosa volesse in realtà. Mio marito e le mie figlie mi aspettavano ma ho dovuto fare un’eccezione. Gli ho fatto da chauffeuse e ho capito che superava i 100. Ho cercato su internet e si tratta di Giacomino! Che tenerezza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi