Politica

Guida PD, Gentile benedice Michelangelo Lombardi

Di:

L'assessore Elena Gentile (st@)

Bari – “L’IMPLOSIONE del sogno berlusconiano e l’inconsistenza della proposta grillina pongono oggi i gruppi dirigenti del Partito Democratico di fronte ad una responsabilità inedita: innovare il PD a partire dai territori e non viceversa, ripensandone il ruolo, la funzione e l’identità, in modo da interpretare nel concreto e per davvero, e non solo con proponimenti destinati a rimanere tali, l’ansia di cambiamento e di partecipazione e, quindi, di innovazione di metodo e di contenuti che proviene da ampie fasce di militanti, simpatizzanti, elettori ed anche società diffusa”. Lo dice in una nota l’assessore regionale Elena Gentile.

“Oppure sopravvivere a se stessi, a prescindere dal curriculum politico e di vita di ciascuno, da ciò che ha prodotto o può ancora produrre per il Partito e, soprattutto, per il territorio e i suoi abitanti. Per parte nostra, e non da ora, siamo per il primo percorso. E anche per questo, ma non solo, abbiamo salutato con grande favore la candidatura dell’avv. Michelangelo Lombardi alla guida del Partito in vista dell’imminente assise congressuale”.

“La storia personale e politica di Michelangelo è la migliore garanzia che l’idea di partito e di rapporto con la società, e di futuro della Capitanata e della Puglia che abbiamo, e su cui vogliamo con assoluta convinzione impegnarci a partire da subito, troverà nella cultura politica e di governo del nostro candidato le qualità più adeguate. Con lui, tutti insieme, sperimenteremo e metteremo quindi a valore una nuova idea di Partito che, concentrandosi e confrontandosi al suo interno sui temi e i contenuti e non sui destini individuali e/o dei gruppi, sappia trovare la strada per il superamento del correntismo esasperato e, per questa via, per aprirsi alla partecipazione e alla interazione con la società. Oltre che per promuovere e responsabilizzare al meglio le tantissime risorse di cui il Partito per fortuna dispone, e interloquire e coinvolgere su obiettivi più generali i tanti talenti individuali e associativi di cui la nostra società è ricca”.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi