Cronaca

Ilva, Politecnico e UniSalento: siglata convenzione

Di:

Sottoscrizione convenzione (statoquotidiano)

Roma – ILVA annuncia che in data odierna è stata siglata dal Commissario Straordinario una convenzione con il Centro Interdipartimentale “Magna Grecia” del Politecnico di Bari, rappresentato dal Presidente Ing. Prof. Gregorio Andria, e con il Dipartimento di Scienze dell’Economia dell’Università del Salento, rappresentato dal Prof. Francesco Giaccari, per l’inserimento di 15 giovani laureati in ambito ingegneristico nelle attività dell’ILVA di Taranto.

La firma della convenzione è avvenuta nel complesso dell’ILVA a Taranto alla presenza, oltre che del Commissario Straordinario e dei rappresentanti dei due atenei pugliesi, dell’Ing. Antonio Lupoli, Direttore dello stabilimento ILVA di Taranto, dell’Ing. Enrico Martino, Direttore delle risorse umane di ILVA e dell’Ing. Giancarlo Quaranta in qualità di Direttore delle relazioni col mondo accademico.

I giovani laureati, assunti con contratto di apprendistato, saranno operativi in diverse aree di attività dello stabilimento di Taranto e nel team del Dipartimento per i lavori A.I.A. (Autorizzazione Integrata Ambientale). Il Dipartimento che, all’interno dello stabilimento di Taranto, si occupa di gestire i lavori A.I.A. è diretto dall’Ingegnere Erder Mingoli e lavora in stretta collaborazione con il Sub Commissario Edo Ronchi.

L’assunzione dei 15 laureati fa parte di un progetto più ampio, preannunciato dal Commissario Straordinario di Ilva durante un’audizione tenutasi lo scorso luglio presso il Senato della Repubblica, che prevede il coinvolgimento complessivo di circa 30 giovani ingegneri.

I neo-assunti saranno formati attraverso un progetto di apprendistato di Alta Formazione e Ricerca che ILVA avvia in collaborazione con questi due importanti atenei pugliesi. Obiettivo del programma è quello di creare un team di professionisti che facciano dell’attenzione ai temi ambientali il pilastro della propria cultura professionale. ILVA, inoltre, credendo che questo progetto possa diventare un modello di sviluppo delle risorse umane, ha allo studio l’estensione di questa iniziativa ad altri atenei italiani.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi