Foggia

Gino Lisa, parlano Nunziante, Piemontese e Di Gioia


Di:

Foggia. Al Consiglio comunale di Foggia sulla questione dell’aeroporto “Gino Lisa” all’indomani dell’approvazione della delibera di giunta regionale con la quale si intende istituire una base della protezione civile nella struttura aeroportuale, sono intervenuti il vicepresidente e assessore ai Trasporti, Antonio Nunziante e gli assessori al Bilancio Raffaele Piemontese e all’Agricoltura Leonardo di Gioia.

Mai ho detto di essere perplesso sull’allungamento della pista di Foggia – ha dichiarato Nunziante – quando me lo hanno richiesto, ho precisato che dovevo esaminare il fascicolo, una volta nominato assessore lo scorso luglio. Ho quindi approfondito la situazione e ho preso cognizione del fascicolo lo scorso 4 settembre. Ho condiviso il percorso con gli assessori del territorio, per evitare ogni infrazione comunitaria che potesse impedire la realizzazione dell’opera. Secondo l’Ue l’opera non poteva essere realizzata secondo quanto era stato previsto in precedenza e saremmo incorsi nella procedura di infrazione.

Abbiamo quindi introdotto la delibera della scorsa settimana con la quale si prevede l’istituzione della base della protezione civile regionale nell’aeroporto per intervenire sulle aree a rischio della Capitanata, insieme alla necessità di sviluppo turistico della zona che ha forti problemi di accessibilità. Ricordo infine che è del tutto garantito lo stanziamento economico per l’allungamento della pista”.

“Per la Regione Puglia – ha aggiunto l’assessore al Bilancio Raffaele Piemontese – il dossier aeroporto Gino Lisa non è mai stato marginale. C’è invece l’intenzione di rafforzare l’aeroporto, di prolungare la pista perché l’aeroporto passi da una situazione di blocco a una condizione di attività. Su questo il governo Emiliano è al lavoro da agosto 2015, ovvero da quando ci siamo insediati. Noi abbiamo ereditato la procedura di notifica alla commissione europea di utilizzo di 14 milioni di euro (disponibili nel bilancio regionale) con un parere negativo del Nucleo di Valutazione e Verifica degli investimenti pubblici in ordine alla sostenibilità economica e finanziaria. Siamo da subito intervenuti per ritirare la precedente notifica che sarebbe stata bocciata dall’Europa. Su indicazione delle Istituzioni del territorio (Comune di Foggia, Camera di Commercio..) abbiamo nominato un pool di esperti che ha provveduto a elaborare una nuova prenotifica che fosse più “corposa” della precedente e che ci ha suggerito la strada del 95% di risorse pubbliche. Dopo il diniego della Commissione europea circa le aree remote, abbiamo presentato un nuovo progetto che sottoporremo al nucleo di verifica degli investimenti pubblici perché pensiamo che abbia una sostenibilità economico-finanziaria. La delibera è stata approfondita anche a Bruxelles e si basa sia sul diritto dei cittadini della provincia di Foggia alla mobilità attraverso i voli civili che sulla necessità di avere un centro strategico della protezione civile in un territorio a rischio idrogeologico, sismico degli incendi boschivi. Da ora si dovrà lavorare in sinergia senza fare a gara su chi si dovrà intestare i meriti: l’indicazione di tutti è netta: dal Gino Lisa si deve tornare a volare”.

L’assessore Leonardo di Gioia ha sottolineato che “oggi c’è un salto di qualità dell’atteggiamento della Regione sull’aeroporto di Foggia e contemporaneamente registriamo la notizia di individuare in questo fragile territorio la sede della Protezione civile con tutto ciò che comporta in termini occupazionali e di infrastrutture per una terra che ha visto alluvioni, terremoti, incendi. Da ora ci sarà un impegno della Regione, frutto di una scelta politica del suo presidente e del suo governo. Sarebbe bello che a Foggia si riconoscesse questo cambio di passo. Ora abbiamo bisogno di lavorare insieme sui temi centrali dello sviluppo di questa provincia, con l’allungamento della pista, creando le condizioni perché grazie al combinato di queste scelte, si possa ricominciare a volare”.

Gino Lisa, parlano Nunziante, Piemontese e Di Gioia ultima modifica: 2017-10-09T15:53:43+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This