Foggia
"Oggi il Consiglio comunale ha certificato una unità di intenti politica"

Landella su Gino Lisa “C’è la volontà, ora i fatti”

"Ciò che interessa alla nostra comunità, in definitiva, è il raggiungimento del risultato"


Di:

Foggia. “Oggi il Consiglio comunale ha certificato una unità di intenti politica. L’Assemblea consiliare, allargata per l’occasione ai sindaci di Capitanata, ai consiglieri regionali, ai rappresentanti delle istituzioni e delle organizzazioni economiche e produttive, alle associazioni che da sempre tengono alta l’attenzione sul tema del diritto alla mobilità del
territorio, ha definito la comune volontà di restituire piena operatività all’aeroporto ‘Gino Lisa’.

Lo ha detto in una nota il sindaco di Foggia, Gianni Landella.

Da questo punto di vista è doveroso esprimere un ringraziamento sincero al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, e agli assessori Antonio Nunziante, Raffaele Piemontese e Leonardo Di Gioia per aver fornito, con la loro presenza, delucidazioni tecniche e politiche circa il contenuto della deliberazione di indirizzo approvata dalla Giunta regionale. Così come un grazie va rivolto al Consiglio comunale nella sua interezza, per aver fortemente voluto questo momento di confronto oltre ogni steccato politico, ed a tutti coloro i quali con la loro partecipazione hanno reso il confronto di oggi autorevole nella sua cornice e prezioso nei suoi contenuti. Questa mattina abbiamo certificato, insieme, l’attenzione che il Governo regionale nutre nei confronti di una infrastruttura decisiva e fondamentale per lo sviluppo della nostra terra. Un’attenzione politica che era importante far sentire in maniera chiara e che nel recente passato, spesso,
la Capitanata – tutt’altro che a torto – non ha percepito in modo autentico, facendo fatica a pensare al nostro scalo aeroportuale come ad una priorità della Regione Puglia. È anche per questo ‘modus operandi’, che i cittadini ormai conoscono bene, se la proposta avanzata dalla Giunta regionale e presentata venerdì scorso è stata accolta con scetticismo circa i suoi effetti, in particolare per ciò che riguarda l’allungamento della pista, che è il tema che più abbiamo a cuore ed al quale è legato il vero rilancio del nostro aeroporto.

L’idea di fare del ‘Gino Lisa’ un centro strategico regionale della Protezione Civile potrebbe essere affascinante se, come nelle intenzioni dei proponenti, sfruttando i SIEG (Servizi di Interesse Economico Generale) rendesse possibile utilizzare al cento per cento le risorse pubbliche destinate all’allungamento della pista, superando così il vincolo del cofinanziamento privato. Non possiamo, dunque, non registrare una svolta nell’atteggiamento politico della Regione Puglia, che inverte per moltissimi versi la rotta alla quale la provincia di Foggia era stata purtroppo abituata.

Da questo momento, quindi, si apre una fase nuova ed operativa, che il territorio e le sue rappresentanze istituzionali ed economiche intendono seguire con interesse, in una logica di vigile cooperazione. Alcuni interrogativi che sono stati posti oggi hanno trovato una risposta: è stata garantita la blindatura del finanziamento da 14 milioni di euro nonché lacompatibilità dei voli civili con lo scenario immaginato dalla Regione Puglia. Altri aspetti, invece, restano da chiarire sul piano propriamente tecnico: dalla salvaguardia del primo bando fino alla validità del progetto
redatto in precedenza o alla necessità di una sua eventuale modifica che, dunque, dilaterebbe i tempi per il materiale inizio dei lavori di allungamento della pista. Lo stesso bando da 7 milioni che il Governatore Emiliano ha annunciato al fine di incentivare possibili compagnie aeree a volare da Foggia e Grottaglie, infatti, sarebbe inutile in assenza dell’allungamento della pista a 2000 metri, quindi di quella che è a tutti gli effetti la precondizione fondamentale affinché le compagnie aree possano considerare appetibile il ‘Gino Lisa’.

Dopo la seduta odierna del Consiglio comunale, dunque, abbiamo il dovere di non smettere di essere pungolo attento, di non ridimensionare l’azione di sollecitazione svolta fino ad oggi dal territorio, pur salutando positivamente l’attivismo politico della Giunta regionale.

Ciò che interessa alla nostra comunità, in definitiva, è il raggiungimento del risultato. Un risultato che aspettiamo da troppi anni e che consentirebbe a Foggia di sfruttare appieno le sue vocazioni e di valorizzare le sue eccellenze, diventando punto di riferimento per un bacino di utenza vasto, anche fuori dai confini provinciali e regionali.

Alla Regione Puglia, come accaduto sinora, offriamo e confermiamo la nostra massima collaborazione, che intendiamo esercitare in modo puntuale e con una vigilanza che seguirà passo dopo passo l’iter della proposta contenuta nella deliberazione di indirizzo che, speriamo, interrompa quella cattiva abitudine che ha sistematicamente lastricato di intoppi, ostacoli e ritardi la via verso il futuro del ‘Gino Lisa’”.

Landella su Gino Lisa “C’è la volontà, ora i fatti” ultima modifica: 2017-10-09T21:54:04+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • Redazione

    Aeroporto Gino Lisa, giudizio positivo di CGIL, CISL e Uil sul progetto della Regione Puglia. “Può essere la svolta per il rilancio dello scalo aeroportuale non solo a livello regionale”.

    Carmeno, Di Conza e Ricci: “Ma necessita della condivisione e dell’assunzione di responsabilità di tutto il territorio”.

    Foggia, 9 ottobre 2017 – Le segreterie territoriali di CGIL, CISL e Uil di Foggia esprimono un “giudizio positivo” sul percorso di rilancio dell’Aeroporto “Gino Lisa” indicato dalla Regione Puglia. I segretari generali Maurizio Carmeno, Emilio Di Conza e Gianni Ricci esprimono apprezzamento per la progettualità messa in campo dal Governatore pugliese, Michele Emiliano, e dagli assessori regionali, Raffaele Piemontese, Leonardo Di Gioia e Antonio Nunziante, ufficializzata nella conferenza stampa tenuta il 6 ottobre a Foggia e nel Consiglio Comunale monotematico, che “può rappresentare una svolta significativa nella tanto auspicata direzione di riapertura dello scalo foggiano ai voli civili”.

    CGIL, CISL e UIL di Capitanata evidenziano altresì “la necessità di aprire un serio confronto sulla sostenibilità del progetto, coinvolgendo pienamente tutte le parti sociali, produttive ed Istituzionali al fine di porre, in maniera condivisa, le basi solide e durature affinché l’aeroporto “Gino Lisa” di Foggia possa presto riaprire le attività, al servizio di un territorio vasto – sottolineano Carmeno, Di Conza e Ricci – che comprenda non solo la Capitanata e la Puglia ma anche le importanti zone limitrofe, come quelle del Molise e della Basilicata, anch’esse fortemente bisognose di un approdo aeroportuale fruibile per la sempre più variegata e qualificata offerta turistica presente”.

    In questa direzione, CGIL, CISL e UIL territoriali auspicano di poter arrivare ad “una forte accelerazione dei tempi d’utilizzo delle risorse disponibili all’infrastrutturazione dell’area aeroportuale e dell’intero territorio provinciale. Obiettivo prioritario di tutti gli attori sociali e politici non può che essere l’apertura dei cantieri e la realizzazione dei lavori indispensabili sia alla dotazione strutturale dell’area ma anche alla creazione di nuove opportunità occupazionali per i numerosi lavoratori, giovani e meno giovani, tagliati fuori dal mercato del lavoro in questi difficili anni di crisi”.

    Alla Regione Puglia, pertanto, le segreterie territoriali di CGIL, CISL e UIL chiedono dunque “di procedere speditamente lungo il percorso indicato, confermando la assoluta necessità – affermano Carmen, Di Conza e Ricci – di integrare il sistema dei trasporti (portuale, aeroportuale, viario e ferroviario) e della mobilità nel sistema territoriale e più complessivamente a livello regionale”.


  • Redazione

    Città di Foggia
    Il Presidente del Consiglio Comunale

    “La riunione odierna del Consiglio Comunale è stata fortemente voluta dall’intero territorio di Capitanata. La Presidenza del Consiglio ha preso atto di una volontà unanime, ed ha perseguito l’obiettivo di capire quali fossero le intenzioni della Regione sul futuro del Gino Lisa”. Così il presidente del Consiglio Comunale Luigi Miranda al termine della riunione del Consiglio Comunale dedicata all’aeroporto Gino Lisa al quale hanno partecipato il Presidente della Giunta Regionale Michele Emiliano, l’Assessore regionale ai trasporti Antonio Nunziante, gli assessori espressione del territorio Raffaele Piemontese e Leonardo Di Gioia.
    “Noi foggiani – ha proseguito il Presidente Miranda – non chiediamo nessun lusso, nessuna opera superflua. Chiediamo di rendere operativo il nostro aeroporto non per un capriccio, non per spirito di campanile, ma per poter congiungere e collegare, al meglio la Capitanata con il mondo.
    Il nostro territorio ( il più esteso e il più settentrionale della Puglia) è la cerniera tra l’Irpinia, il Sannio, il Nord barese, l’alta Basilicata ed il Molise. Il nostro aeroporto ha quindi un bacino più grande della sola provincia di Foggia. Un provincia che ha bisogno di collegarsi velocemente con il mondo per poter “vendere” la sua storia millenaria, i suoi Santuari noti in tutto il mondo, i prodotti della sua terra – fertile e benedetta – le sue spiagge, i suoi monti, le sue isole. Non posso non citare il prof. Federico Pirro che in più occasioni ha sostenuto che il “Gino Lisa” non è un lusso. Lo stesso Pirro, recentemente, ha dichiarato che “la Capitanata locomotiva turistica della Puglia non può più tollerare una pista aeroportuale quasi per alianti”.
    Dall’agroalimentare al turismo, dai percorsi della fede alle testimonianze della storia è notevole il bouquet di possibilità economiche, che devono essere sostenute con un adeguato sistema infrastrutturale. E l’aeroporto è la infrastruttura decisiva per il rilancio e lo sviluppo del territorio.
    La forte determinazione del Consiglio Comunale di Foggia ha spinto la Regione Puglia ad adottare una decisione ancor prima della riunione odierna del Consiglio. Una decisione saggia, perché oggi i consiglieri comunali di Foggia e tutti gli ospiti hanno avuto la possibilità di ascoltare dalla viva voce del Presidente della Giunta Regionale e dell’Assessore ai Trasporti decisioni assunte e non semplici impegni.
    Non sta a me esprimere un parere sulla delibera adottata. Penso che si tratti di una decisione interessante, ma da valutare nella sua interezza, nelle sue prospettive, nella sua funzione di valore aggiunto per il territorio.
    È positivo che la Regione abbia scelto: il discorso dell’allungamento della pista è stato iniziato da troppo tempo. Sono passati quattro anni dal bando di gara e oltre due anni e mezzo dal VIA favorevole e l’allungamento della pista è ancora di là da venire. Ogni volta che l’obiettivo sembra raggiunto insorge un nuovo ostacolo, un nuovo impedimento, una ulteriore perplessità, un ennesimo imprevisto che lo rinvia.
    La decisione della Regione Puglia di fare del Gino Lisa la base regionale della Protezione Civile è di certo un passo avanti, ed è una soluzione che – a quanto pare – mette in sicurezza il finanziamento da 14 milioni di euro riservato all’allungamento della pista. Prendiamo atto anche della prossima pubblicazione di un bando da parte della regione Puglia dell’importo di 7 milioni di euro per incentivare i voli civili dagli aeroporti di Grottaglie e Foggia.
    Oggi è stata la giornata del dialogo e del confronto serio, costruttivo, mai fazioso. Gli interessi superiori del territorio – ha continuato il Presidente Miranda – hanno fatto superare steccati ideologici e divisioni partitiche. La presenza in Aula del Presidente della Giunta Regionale – per la prima volta dopo 15 anni – è un segno della considerazione del Presidente Michele Emiliano nei confronti del Consiglio Comunale che, con ferma determinazione, ha reiterato più volte l’invito a discutere pubblicamente le intenzioni della Regione nei confronti dell’aeroporto foggiano.
    Ringrazio della presenza in maniera particolare i Sindaci, protagonisti della vita quotidiana delle genti di Capitanata – ha concluso Miranda – i Consiglieri provinciali e regionali, le associazioni datoriali e i sindacati, il Presidente della Camera di Commercio, le Associazioni che da anni sono impegnate nel sostenere le ragioni del Gino Lisa

    Foggia, 09/10/2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi