Foggia
"Abbiamo votato contro il ddl e ne riteniamo gravissima l'approvazione in Commissione"

Sanità, aumento stipendi direttori ASL in Puglia


Di:

Bari. Approvato oggi in Commissione bilancio il DDL “Modifiche dell’art. 7, comma 2, della legge regionale 04/01/2011, n. 1” che disciplina il trattamento economico dei direttori generali, sanitari e amministrativi delle ASL. Si esprimono in merito i consiglieri del M5S Mario Conca e Antonella Laricchia.

“Abbiamo votato contro il ddl e ne riteniamo gravissima l’approvazione in Commissione. Ci chiediamo – incalzano i cinquestelle – come il centrodestra e centrosinistra spiegheranno ai pugliesi che si chiudono ospedali e si tagliano posti letto in nome del contenimento della spesa, però poi si trovano risorse per aumentare lo stipendio dei direttori generali delle ASL? Se i tagli fatti finora – aggiungono – sono serviti per trovare nuove risorse, perché queste non sono state impiegate per potenziare la l’offerta sanitaria o ridurre ticket e superticket, come avevamo chiesto in una mozione bocciata in Consiglio Regionale? Ribadiamo – continuano i pentastellati – che non siamo a priori contro gli aumenti di stipendio, ma questi per i direttori delle ASL così come per qualsiasi dirigente pubblico, devono essere legati al raggiungimento degli obiettivi. Invece gli obiettivi fissati sulla carta non si è ancora capito chi li deve valutare e con quali criteri: siamo rimasti al 6 politico. Avremmo voluto che il Presidente Emiliano fosse oggi in Commissione in modo da potergli chiedere i dati che giustifichino questi aumenti, sempre che gli sia possibile con un sistema sanitario allo sbando e liste d’attesa infinite. Se il problema legittimo è quello di ristabilire la corretta gerarchia di trattamento tra Direttori Generali e i direttori di struttura complessa e di distretto, si sarebbe potuto lasciare invariato lo stipendio dei DG, erogando a questi ultimi i premi già previsti dalla legge per il raggiungimento annuale degli obiettivi. In questo modo – concludono – a trarre benefici sarebbero stati tutti i pugliesi”.

Sanità, aumento stipendi direttori ASL in Puglia ultima modifica: 2017-10-09T21:37:57+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • cittadino

    Gli aumenti dei poki derivano dagli aumenti fatti ai molti.
    Come è concepibile che questi poki dovrebbero non far pagare i molti sicché concretizzare la loro presenza e fare gli interessi della collettività, mirando a ridurre gli spreki, controbattere la corruzione ed il malaffare che regna quasi incontrastato nella sanità in maniera diffusa, dalle Alpi alla Sicilia in lungo ed in largo. Alla fine concluso con una sola parola: “VERGOGNA”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi