Manfredonia
"Quelle che risparmiando su sicurezza e costo del lavoro riescono ad aggiudicarsi gli appalti pubblici al massimo ribasso"

USB Manfredonia “Basta alla finte cooperative e ai lavoratori sottopagati”


Di:

Manfredonia. ”Lavoratori sottopagati, ricattati e con contratti non in regola, dipendenti fatti passare per soci ma senza alcun diritto decisionale i quali non possono esprimere nemmeno la loro opinione o scegliere il sindacato altrimenti vengono trasferiti o licenziati, amministratori unici che fanno il bello e il cattivo tempo nell’azienda.

È l’identikit delle finte cooperative, quelle che risparmiando su sicurezza e costo del lavoro riescono ad aggiudicarsi gli appalti pubblici al massimo ribasso. Questo nascosto dalla complicità politico istituzionale che danno vita ad un sistema politico clientelare.

Spesso nascondono evasioni fiscali, lavori non eseguiti, servizi non svolti o svolti in parte

Spesso nascondono evasioni fiscali, lavori non eseguiti, servizi non svolti o svolti in parte, lavoratori malpagati, lasciandosi dietro una scia di debiti e contenziosi, per poi riaprire senza pagare i conti del passato. Spesso è dovuto alla mancanza dei controlli da parte delle istituzioni e dalle amministrazioni pubbliche complici di questo sistema, e da una classe politica complice perché non sa più cosa significhi proteggere il lavoro, anche perché non ha idea di come il lavoro sia cambiato, di cosa sia diventato.

L’USB chiede ai lavoratori di ribellarsi e alle istituzioni chiediamo d’intervenire per mettere uno stop a questo declino sociale con stipendi da fame. Basta a queste “cooperative” che di sociale hanno solo che i loro lavoratori per sopravvivere sono obbligati ad andare a chiedere un contributo ai servizi sociali.

Chiediamo di arginare con un sistema di “controlli più severi e più incisivi per contrastare il fenomeno delle finte cooperative, finte coop sociali, le quali utilizzano strumentalmente la forma giuridica della cooperazione ma nascondo una nuova forma di società politico clientelare.

Per questo l’USB chiede di intervenire subito per debellare un sistema consolidato sommerso di illeciti diffuso in provincia di Foggia come in tutta Italia..

Perciò urliamo STOP ALLE “FINTE” COOPERATIVE” e chiediamo a tutti i lavoratori di ribellarsi perché ogni lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa.(art.36 della Costituzione Italiana)”.

Coordinamento Unione Sindacale di Base Manfredonia

USB Manfredonia “Basta alla finte cooperative e ai lavoratori sottopagati” ultima modifica: 2017-10-09T22:23:47+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
8

Commenti

  • LA GIUSTIZIA, LA POLITICA , LA MAFIA…..(è)


  • Partito della Zappa

    Cose che si sanno


  • Antonio Lurdo

    Condivido in pieno , la denuncia fatta dal Coordinamento Unione di Base di Manfredonia..sulla gestione di queste Cooperative che sfruttano i (soci ) facendoli lavorare come degli schiavi sottopagandoli … e di tutto questo la politica ne e a conoscenza..perche le assunzioni sono gestite da loro..


  • cittadino

    Questa è la risposta alle ispezioni dell’Ufficio Ispettorato del Lavoro….. Il mondo di mezzo…..


  • buon senso

    Le peggiori cooperative hanno spesso nomi di Santi e commettono i peggiori peccati.


  • Nicola

    Ognuno è causa del proprio male..non lamentatevi e state zitti….meritate tutto ciò….


  • Michelantonio

    Questo Coordinamento Unio….
    cos’e’ un nuovo Sindacato??
    E la vecchia triplice alleanza (Cgl, Uil, Cisl), che fanno dormono o si sono politicizzati??.
    L’ultimo sciopero generale non si ricordano i tempi da quando e’ stato fatto.
    Queste finte cooperative, sono nate per avere prestazione di lavoro a basso costo ( di tipo schiavismo), voti di preferenza politica dietro minaccia di licenziamento, enormi guadagni per chi sta vicino al politico di turno.
    Tutto questo grazie alla disoccupazione, arrivata al 40 per cento del Sud, dove se c’e’ un lavoratore che rinuncia, sono pronti altri dieci ad accettare.
    Anche questo si puo’ definirlo CAPORALATO POLITICO legale, che potrebbe rientrare in un sistema secondario mafio…..


  • cittadino

    Qui al Sud, i lavoratori sono stati presi sempre per fame, e sotto l’esplicito ricatto “o questo o niente”. Ecco perché molti giovani scolarizzati ad un certo livello fuggono dal Sud… e poi i soliti politici soloni dicono che patiamo la piaga della fuga dei cervelli. A questo punto perché non facciamo fuggire i soloni, o meglio gli facciamo provare a lavorare. Solo e massimo due mandati politici e dopo niente incarichi nella in strutture gestite direttamente onindirettamente dalla poitica….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi