Lavoro
Nota stampa

Centro Porsche, Casili “L’azienda stabilizzi i lavoratori”

"Il consigliere pentastellato accoglie dunque positivamente il workshop nazionale del gruppo Audi-Volkswagen tenutosi ieri"

Di:

Lecce. “Se altre aziende del gruppo come Lamborghini e Ducati sono state esempio di sottoscrizione di contratti all’avanguardia, lo stesso non si può dire per la pista di Nardò dove Porsche ha perseverato con l’assunzione di interinali disattendendo quanto prevede la legge, cioè un rapporto di 1 lavoratore somministrato su 20 lavoratori stabilizzati.” lo dichiara il consigliere regionale M5S Cristian Casili che prosegue: “Ad oggi, e ne ho fatto richiesta con una dettagliata interrogazione, l’azienda non ha mai fornito un quadro preciso del numero dei lavoratori assunti a tempo indeterminato e degli interinali.

Il consigliere pentastellato accoglie dunque positivamente il workshop nazionale del gruppo Audi-Volkswagen tenutosi ieri a Lecce che ha messo in luce quanto aveva già fatto emergere a suo tempo circa le criticità della vicenda che riguarda la Porsche Engineering di Nardò che fa parte dello stesso gruppo.

“E’ ora che la Porsche Engineering, che a suo tempo ha usufruito di ingenti risorse da parte della Regione Puglia – prosegue Casili – volti pagina e si lasci alle spalle questa brutta pagina che ha visto tanti lavoratori scelti in maniera del tutto discrezionale senza alcun tipo di graduatoria e senza quelle buone pratiche di contrattazione di secondo livello che caratterizzano le altre aziende del gruppo. Chiederò al Governo regionale – conclude – tempi più stretti e la necessità di addivenire, per i lavoratori somministrati, a una stabilizzazione che passi attraverso una loro partecipazione alla vita aziendale come nelle migliori prassi delle relazioni industriali delle aziende tedesche”.



Vota questo articolo:
0

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati