PoliticaRegione-Territorio
"Sono 2147 i pugliesi che 'grazie' alla malasanità nostrana hanno contratto Aids, Epatite C e B negli ultimi decenni"

Trasfusioni sangue infetto, Conca “Risarcire vittime”

“Ai beneficiari - spiega il consigliere M5S Mario Conca - è stata poi richiesta, a gennaio 2016, la compilazione di un modulo stante l'imminente erogazione delle somme"

Di:

Bari. Sono 2147 i pugliesi che ‘grazie’ alla malasanità nostrana hanno contratto Aids, Epatite C e B negli ultimi decenni, ma per loro non è arrivato ancora il momento per essere ristorati così come previsto dagli articoli 2 e 32 della Costituzione Italiana. Lo denuncia il consigliere regionale M5S Mario Conca componente della commissione sanità che chiede alla giunta di corrispondere agli emodanneggiati quanto dovuto.

Con decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 27 maggio 2015, pubblicato sulla GU 167 del 21 luglio 2015, lo Stato ha disposto in favore delle Regioni e delle Province Autonome, l’erogazione delle risorse per il pagamento degli arretrati della rivalutazione dell’indennità integrativa speciale, ripartite per gli anni dal 2015 al 2018. Con una nota il Dipartimento Politiche per la Promozione della Salute della Regione Puglia ha trasmesso ai direttori generali delle AA.SS.LL pugliesi (ai sensi della L.R. 21 del 30 novembre 2000, art. 10) la delibera n. 2095 del 30/11/2015 definendo i criteri e le direttive per il pagamento dei suddetti arretrati, ai beneficiari della legge 210/92 aventi diritto comprensivi degli interessi legali.

“Ai beneficiari – spiega il consigliere M5S Mario Conca – è stata poi richiesta, a gennaio 2016, la compilazione di un modulo stante l’imminente erogazione delle somme, da allora il silenzio più assordante. Visto che lo Stato ha trasferito i fondi alla Regione nel 2015, considerato che non è credibile la pantomima passata oggi in consiglio, che ha come interpreti il Presidente/Assessore Emiliano e l’Assessore al Welfare Negro, relativa alla mancanza di spazi finanziari, non fosse altro perché i fondi sono del 2015 e vincolati, considerato, inoltre, che le Asl hanno fatto tutti i passaggi propedeutici, quando pagherete il dovuto a coloro i quali la pubblica amministrazione ha rovinato la vita?”



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati