Complicità di una terza persona

Usura, tassi fino al 3600%: 2 arresti a Taranto

A un assicuratore di Massafra (TA), al quale è stata rilevata l’applicazione di un tasso di interesse usurario annuo variabile dal 1800% al 3600%


Di:

Taranto. Militari del Gruppo di Taranto hanno dato esecuzione stamani ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 2 persone di Statte (TA), responsabili del reato di “usura”.
Il provvedimento, emesso dal G.I.P. del Tribunale di Taranto – Dr.ssa Vilma Gilli, su richiesta del Sostituto Procuratore della Repubblica presso il citato Tribunale – Dr.ssa Giovanna Cannarile, ha interessato il 50enne C.G. ed il 60enne G.A., persone già gravate da precedenti penali per reati di usura ed estorsione, nonché di tipo associativo(ex art. 416 bis c.p.).
L’operazione di servizio scaturisce da indagini condotte dalle Fiamme Gialle, all’esito delle quali è stato accertato che entrambi erano dediti ad attività di usura nei confronti di soggetti privati, ed in particolare di un assicuratore di Massafra (TA), al quale è stata rilevata l’applicazione di un tasso di interesse usurario annuo variabile dal 1800% al 3600%.
L’illecita attività veniva condotta anche con l’ausilio di una terza persona, denunziata per il reato di favoreggiamento, la quale affiancava i due usurai al fine di incutere nelle
vittime il timore di ritorsioni violente. Oltre ai provvedimenti cautelari personali, l’Autorità Giudiziaria ha disposto, altresì, nei loro confronti, il sequestro preventivo – ex art. 321 c.p.p. – di beni mobili, immobili e disponibilità finanziarie per un ammontare di 250 mila euro.

Usura, tassi fino al 3600%: 2 arresti a Taranto ultima modifica: 2017-11-09T12:38:39+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi