FoggiaManfredonia

Accordo con Dussmann, Aprile: la firma ha deluso molti lavoratori

Di:

Aprile Cobas (statoquotidiano)

“Caro Assessore ,sono Bobo Aprile. La firma dell’accordo del 2 Gennaio all’Hotel Sheraton di Bari con la Dussmann ha scontentato molti lavoratori per averlo realizzato di nascosto.

Ma gli stessi lavoratori hanno anche rimarcato la mancata partecipazione allo stesso accordo da parte dell’Assessorato. Assessorato che si era prodigato nel corso degli incontri del 23, 27 e del 30 Dicembre 2013 ad inserire dei punti nell’accordo rivolti ad un sostegno forte della vertenza, soprattutto nella direzione del tavolo governativo romano. La Confederazione Cobas, unitamente alla FSI ed a numerosi lavoratori sparsi per tutta la Puglia, ti chiede un incontro allo scopo di riannodare quel legame sospeso temporaneamente dalla firma dell’accordo.

Il legame con l’Assessorato è oggi più che mai necessario a sostenere le legittime ragioni dei lavoratori ex lsu Ata e degli “Appalti Storici” della nostra Regione e più in generale a quello dell’intero settore che comprende circa 24.000 persone in tutta Italia. Ti informo intanto che sono già nati a Brindisi e Lecce dei “Comitati Unitari” di lavoratori senza distinzione di appartenenza sindacale allo scopo di diventare un pungolo alla positiva soluzione del problema.

Altri comitati sono in via di formazione in tutta la Puglia .
Rimaniamo fiduciosi in attesa di un tuo riscontro.

(Brindisi 10.01.2014; Per la Confederazione Cobas Roberto Aprile
Per la FSI Dario Cagnazzo
)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi