Manfredonia

Manfredonia, protesta in Piazza: ‘no ginecologia e pediatria, non lo accettiamo’ (VIDEO)

Di:

Manfredonia, protesta in Piazza: ‘no ginecologia e pediatria, non lo accettiamo’ (Manfredonia, 10.01.2014)

Manfredonia – “RIPRENDIAMOCI il nostro ospedale. Niente ginecologia, no ostetricia e pediatria, solo 3 primari per 12 strutture. E’ una vergogna. Per un semplice parto bisognerà andare altrove. L’Ospedale San Camillo è di tutti”. Protesta e raccolta firme spontanea – da stamani – in Piazza del Popolo, a cura di alcune cittadine.

“La raccolta firme sta andando bene – dice Lucia – del resto si tratta di una problematica che dovrebbe interessare tutti. Dopo 18 anni torno a Manfredonia e trovo una situazione ospedaliera disastrosa. Da qui ho spontaneamente preso quaderni, cartelloni ed ho intrapreso con altri 2 parenti questa protesta. Mancano i servizi principali: non abbiamo pediatria, assurdo”. “Ho dovuto partorire a Foggia – dice un’altra signora – mia figlia ha avuto un piccolo problema, serviva un semplice antibiotico, poi la piccola ha dovuto prendere il cortisone. La ginecologia (come risaputo, dalle ore 24,00 del 27 marzo 2013 il Punto Nascita dello SO San Camillo di Manfredonia è stato dismesso, come previsto nel Piano di rientro e di riqualificazione del Sistema Regionale 2010/2012; in seguito la Direzione strategica ha stabilito di destinare gli spazi occupati dall’U.O. di Ostetricia e Ginecologia alla lungodegenza e alla riabilitazione; la dismissione del Punto Nascita era stata seguita dalla sospensione dei ricoveri nel reparto di Pediatria dello SO San Camillo, ndr) a Manfredonia funzionava benissimo. Basta: i manfredoniani devono poter avere l’ospedale ed i servizi a Manfredonia”.

“Il Comune, il sindaco è a sostegno della nostra lotta – dice Lucia – gli ho detto: non è più da solo in questa battaglia, l’unione del resto fa la forza”.

Focus, Piano di rientro: da ginecologia a lungodegenza; no pediatria

Lettera Manfrini: primari ospedale? A Manfredonia 3 su 12 strutture

VIDEO

g.defilippo@statoquotidiano.it



Vota questo articolo:
55

Commenti


  • Ma quale Ospedale, adesso sono impegnati a far nominare CAMPO. Che roba...

    Ma la signora LUCIA E TUTTI GLI ALTRI

    CITTADINI di Manfredonia lo sanno che le priorità in questo momento nel Partito Democratico NON sono quelle di CONVINCERE VENDOLA a TORNARE SUI SUOI PASSI e a riaprire i reparti chiusi, MA COME CONVINCERE VENDOLA AD ESPRIMERE PARERE POSITIVO SULLA NOMINA DI PAOLO CAMPO A COMMISSARIO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE IDROGEOLOGICHE…

    Solo queste sono le cose che interessano a taluni del PD… (diritto critica,ndr)

    E visto che siamo in argomento, approfitto per dire la mia: penso che a quel posto sarebbe meglio se nominassero uno del calibro e della competenza dell’ex sindaco GAETANO PRENCIPE, altro che Campo…


  • mah

    che schifo sto partito. E il gatta e ognissanti che dice? –


  • MICHELE

    con uno stipendio mensile più di –
    PER GRATTARSI DALLA MATTINA ALLA SERA.


  • Gabriele

    Caro onorevole Bordo, ma si può sapere che fine hai fatto? sei vivo, sei morto, abiti in Italia, sei emigrato. Se ci sei batti un colpo. Per il cognome della mamma ai bambini ci ha pensato la corte europea. Tu per favore ti vuoi decidere una buona volta a fare qualcosa per Manfredonia? E voi cittadini manfredoniani vi volete decidere una buona volta (a reagire) anche pubblicamente oltre a farlo nei bar, a casa e per il corso?


  • Per Gabriele

    Gabriè, mi meraviglio di te…

    Ma come non lo sai che adesso ……… deve pensare prima a ………. NON PUO’ PENSARE A NOI! Un posto da Commissario, soprattutto se ben remunerato e duraturo, non GLIelo si può mica negare…

    E poi, se …….. bello diventa commissario e si mette a spendere tutti quei milioni in appalti per realizzare opere, ma lo sai quanti vecchi amici imprenditori contenti che fai e quanti nuovi ne arrivano (oh, per l’amor di Dio!, nessuno si offenda, non c’è niente di male a farlo, anzi, vogliono un commissario nuovo lì proprio per questo…). Hai voglia ha vincere di nuovo elezioni alla Camera, al Senato e finanche alla Regione.

    Eh, Gabriele, Gabriele…
    I FESSI SIAMO NOI, FUORI E DENTRO DAI BAR DI MANFREDONIA!!!


  • Roberto

    Per l’ospedale dobbiamo tutti ringraziare genuflessi l’assessore regionale Elena Gentile (di Cerignola) per aver continuato il lavoro svolto dai suoi predecessori. Riuscirà a far chiudere il nostro ospedale e come per magia rimarranno in vita gli ospedali di Cerignola e San Severo. Grazie grazie.


  • gino

    la cosa che mi fà + male è pensare che il ns.amato vendola per ben due volte dico 2 volte!ha vinto le elezioni grazie ai voti decisivi del comune di manfredonia, morale questo è il ringraziamento che quella chiamamola persona ci ha dato, un avvertimento ai ns.politici tutti di tutti i partiti datevi da fare altrimentiquà è la guerra, vogliamo il ns.ospedale efficiente al 100% siamo una città di oltre 50 mila abitanti.


  • moira

    Cara signora Lucia, io sono di Manfredonia ma vivo a Ferrara per lavoro e sentire e vedere che l’ospedale è in affanno con le chiusure di alcuni reparti ma fra un pò credo anche altri mi fa male sia in qualità di cittadina ,mamma e quando tornerò forse anche di nonna.
    E’ solo un consiglio ma già sai le battaglie non si vincono con pochi soldati. Coinvolgi associazioni quali può essere quella degli anziani, dei diritti civili, scuole dei bimbi e anche dei grandi . Raccogli firme anche all’interno dell’ospedale e anche porta porta. Coinvolgi giovani mamme e non insomma quante più associazioni e organizzazioni. Il tutto non deve rimanere solo in piazza ma devi rendere visibile tutto attraverso giornali e tv locali e nazionali. Grazie a questa redazione che mi ha permesso di comunicare e di far notare che anche da lontano posso esprimere la mia opinione. Moira Quitadamo


  • logico 2013

    Caro Gabriele non è solo Bordo, ci sono anche i Consiglieri Regionali, Ognissanti che dice l’ospedale non chiude ed invece a distanza di tre giorni chiude pediatria e Ginecologia, mentre il Consigliere Regionale Gatta manfredoniano dice che Lui non c’entra niente e che la colpa e dell’altro consigliere di maggioranza, al posto di far quadrato per Manfredonia ma un politico non può fare questo se è stato espressione di una comunità. Penso che come cittadini dobbiamo prendere atto del loro fallimento e della loro incapacità a rappresentare il territorio ed alle prossime regionali dobbiamo esprimere un nuovo rappresentante al Consiglio Regionale che sia di destra o di sinistra ma capace di rappresentare una città per il raggiungimento de bene comune è gente capace c’è ne.. Molte Divisioni dell’ospedale San Camillo da unità complesse sono diventate unità semplici(vuol dire che possono chiudere) per cui è a rischio anche la chirurgia visto che a breve perderemo l’ottimo chirurgo il dottor Giacomo Ciavarella e non previsto nessuno arrivo di un primario. Inoltre il signor sindaco la smettesse di fare il finto palladino litigando con l’assessore regionale Elena Gentile in quanto lui è stato anche consigliere regionale ed era conoscenza del cambiamento radicale del piano regionale sanitario e poi un politico deve costruire per far star meglio una comunità. La nostra città non riesce ad esprimere un governo capace di un progetto politico per rilancio della città, Manfredonia oggi è una città sofferente. La nostra classe politica non riesce a rappresentare la nostra comunità e non riesce a dare un indirizzo di sviluppo futuro a Manfredonia. Per concludere assessore Elena Gentile dacci una mano lascia stare gli asti con la segreteria politica del tuo partito a Manfredonia gli elettori sapranno valutare.


  • Indignato

    Ci sono momenti nella storia di ogni paese abitato da UOMINI E DONNE con gli attributi che la raccolta firme il richiamino al politico, i post, ecc non bastano più, purtroppo, se hanno avuto luogo in tantissimi posti le rivoluzioni, non è perché chi l’ha fatto è ignorante ma era sicuramente esasperato, quindi basta parlare.. Non è nato nessun dissenso quando chi ha comprato casa nelle famigerate CB paga tra imu e tarsu più di 4000 euro l’anno, cosa volete che facciano i nostri politici per farsi linciare prenderci a schiaffi tre volte al giorno in piazza? Mostrate gli attributi come fanno a Monte S. Angelo..


  • rivoluzione

    Mi chiedo come mai una città di quasi sessantamila abitanti che con l assenza di foggia sarebbe stata provincia non ha sbocchi. C’è stato la realizzazione del porto turistico al mio canto una Ferrari senza motore, io dico alla nostra amministrazione che servizi abbiamo da offrire al turista che viene in visita a manfredonia se non abbiamo neanche un ospedale decente dove non si può piu nascere. Perciò do un consiglio alla nostra amministrazione creamo prima il motore per poter camminare poi ci facciamo belli


  • semprevigile

    MA COME CONVINCERE VENDOLA AD ESPRIMERE PARERE POSITIVO SULLA NOMINA DI PAOLO CAMPO A COMMISSARIO PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE IDROGEOLOGICHE…
    Se ciò avverrà, sicuramente Manfredonia andrà a fondo…. parlando di… “acqua”… che Dio ce la mandi buona.


  • Matteo B

    A che serve mantenere in vita un ospedale quando la qualità è scarsa?
    Mi dite quale reparto è ECCELLENTE o quanto meno le altre città ci ammirano???
    La signora parla di INCOMPETENZA…..carissima signora è per l’incompetenza che si chiudono gli ospedali.


  • rivoluzione

    Sempre per i nostri cari politici (Ognissanti , onorevole bordo e onorevole leone) pensate un po per la vostra città la città che vi ha dato la vita, non ricordatevi di manfredonia solo quando dovete far propaganda per i vostri partiti per cercare di occupare più posti da riscaldare nei palazzi del potere. Il popolo esiste anche dopo qualsiasi voto

  • Sembra di parlare di piccole realtà di paesi da 4 anime..se non fossi manfredoniano e sentissi di questa situazione direi che si tratta di una situazione di un piccolo centro…una cIttà con 60.000 abitanti protagonista di così tanti vergognosi tagli non può esistere in una nazione come l’ Italia…Manfredonia non può più far nascere i propri figli per “strane” decisioni (politiche aggiungo).Siamo la sesta città pugliese ma sembra di vivere in un piccolo centro dove vuoi o non vuoi queste cose devono succedere.SE SENTO UN’ALTRA VOLTA FOGGIANI CHE CRITICANO BARESI O REGIONE GIURO CHE MI INCAVOLO FINO ALL’INVEROSIMILE…LA REGIONE HA ATTUATO I TAGLI,SI,E L’ASL (CHE E’ PROVINCIALE) CHE COSA HA FATTO???ve lo dico io:ha trattato alcune città come città di serie A ed altre come città di serie B…e qui si parla ancora di province!!!ahahahah LE TAGLIASSERO QUANTO PRIMA PERCHE’ NON SERVONO A NIENTE, ORMAI E’ SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI


  • Vigoli Dino

    Ragazzi, poche chiachere andiamo tutti a firmare l’iniziativa che viene dal basso.
    Non c’è lo stanno imponendo partiti o altro,è la cittadinanza che chiede più servizi per la nostra Città.
    TUTTI A FIRMARE,Chi si sente cittadino di questa Città,ha il dovere di firmare l’iniziativa.
    Non mettiamo la testa sotto la sabbia.
    Non polemiche.


  • agguerrito

    E i giovani dove sono? In piazzetta?


  • non andro' mai piu' a votare per non sbagliare piu'

    Chiudessero tutto l’ospedale,tanto se vai muori solo di velenate.


  • Sbarrone alla brace

    Come sarebbe bello veder grondare di sudare a causa lavoro tutti politici sipontini.


  • mah!

    E’ giusta questa lotta. Rivogliamo il nostro ospedale completo!


  • indignato speciale

    ridateteci lospedale di manfredonia, e la politika che c’e la portato via si vergognasse… i tagli gli facessero su altre cose su loro stessi…giu le mani sulla salute …non tt hanno i soldi per curarsi e questo da riflettere…


  • Redazione

    Grazie a lei Moira per l’intervento, buona giornata, un saluto agli amici di Ferrara; Red.Stato


  • ma VA

    Vendola sa bene che i voti “suoi” a Manfredonia sono andati motli all’opposizione per Gatta, basta vedere le percentuali di voto, oltre 9.000 voti per il centrosinistra al sindaco spostati a destra per la regione alla stessa tornata elettorale. Due volte è stato eletto un conigliere regionale di destra con il placet della sinistra comunale. Riassumendo: il pd locale fa eleggere il suo, l’altro e poi dice che è colpa della Gentile e di Vendola, che hanno fortemente indipsettiti con queste manovre di alta strategia politica. Alla inutilità politica di questi aggiungete Dino Marino di S.Severo (11 primariati su 12 strutture) in presidenza alla commissione sanità della regione…e tirate le somme: CHI SONO I VERI TRADITORI DELL’OSPEDALE DI MANFREDONIA? I NOSTRI!!!


  • come dire che

    Perchè Serlenga, Di Sabato e Di Staso non fanno le domande scomode quando intervistano i preziosi consiglieri regionali? Stato perchè non fate le 10 domande critiche da porre a questi due sipontini?


  • letore anziano

    vualliò iem a vutè ma vutem a i crstien serje -e quid ca penz ai fatt lor


  • marisa

    C’è da dire che molti dottori nell’ospedale di Manfredonia vedasi – non (rispetterebbero,ndr) turni, spesso sono troppo anziani o troppo giovani e con cognomi che si (RIPETEREBBERO,NDR) clamorosamente, spesso (si farebbero,ndr) visite private anche in ospedale e bisogna sborsare soldoni a scapito di chi fa la fila e muore, serve striscia la notizia o le iene, ormai è troppo evidente cosa non va…


  • vigoli dino

    Sono andato con mia moglie a firmare. È bellissimo vedere due semplici donne, darsi da fare per far conoscere alla cittadinanza una situazione di disagio che la nostra città è costretta a subire.
    Invece è deprimente, sotto suggerimento di qualche politico che afferma di essere stato lasciato solo,di chiedere ai firmatari all ‘ atto della firma, se conoscevano questa situazione e se hanno fatto qualcosa per evitarlo.
    Allora i politici a cosa servono. Se scendevi in piazza a raccogliere le firmeo organizzavi una fiaccolata,ecc.
    Non ti lasciavano solo,una battuta di pugni su un tavolo è niente a quello che si poteva fare diversamente.
    A giorni speriamo di appoggiare questa iniziativa con dei banchetti,noi Sipontini ci saremo,spero che altre forse politiche di altri schieramenti si aggregano.


  • Redazione

    Grazie per l’intervento; ciao, Red.Stato


  • Roberto

    Accetto l’invito dei 5stelle sipontini io andrò a firmare quanto prima, grazie alle 2 signore. Assessori e consiglieri regionali di maggioranza ed opposizione vi prego svegliatevi l’ospedale è una cosa seria. Facciamo sentire le nostre grida di disperazione. Assessore Gentile non può pensare di chiudere il nostro ospedale per mantenere in vita quello di Cerignola e San Severo. Spero in una mobilitazione generale della città per far capire a Vendola che noi non condividiamo i suoi progetti sul nostro ospedale. Che Dio ci aiuti.


  • peppa

    come sarebbe bello ke questi problemi del nostro ospedale li proverebbero di persona i nostri bei politici ke abbiamo a manfredonia ed oltre!!!!!! ma loro purtroppo sono molto ma molto agevolatiiiii i miei genitori continuano a dire ke solo il poverello sa cosa vuol dire patire perche lui lo ha provato di persona!!!! da buoni intenditori.poche parole!!!!!!! poveri noiiiiiiiiiiii


  • lilly

    Rivoluzionare i reparti e mettere persone valide capaci di affrontare le emergenze e non scaricare a s.g.rotondo le loro incompetenze!!!!!!!


  • lilly

    I cittadini si devono poter fidare della propria struttura ospedaliera sè siamo arrivati a questo una ragione c’è!!


  • Sara

    ma se facevano solo cesarei!!! mah…


  • andonella

    Facevano solo cesarei per nn scomodarsi di notte e nelle feste/ferie…E dopo il primo figlio bisogna per forza far il cesareo…


  • dolores

    Critiche si,pero’ andate tutti a firmare.


  • garganicus

    Tutti diciamo la nostra, ma non sento cosa ne pensano i medici, gli infermieri e operatori ospedalieri. Cosa c’è veramente sotto? Tra non molto ci sarà il carnevale che come ogni anno farà dimenticare i veri problemi che da anni affliggono la nostra amata MANFREDONIA. SVEGLIAMOCI O POPOLO, il carnavale facciamolo alla politica e a tutti i politici.


  • naty

    per la sign. antonella e sara: ma cosa dite???!!!!!! ma chi vi ha detto queste sciocchezze! avete le prove delle cose che andate a dire su un giornale pubblico? va bene la critica ma le stupidaggini no! io sono una di quelle che ha fatto il cesareo a manfredonia ma dopo ben 22 ore di travaglio! tentano fino all’ultimo pur di farti fare un parto naturale e deve esserci davvero un problema di fondo per indurti al cesareo! oltre la mia esperienza potrei raccontarvi molte altre ancora….io sono una di quelle che dice si al nostro ospedale, al nostro reparto, al reparto di pediatria! l’unico problema qui è la terapia intensia neonatale che purtroppo non c’è! tre bellissimi bambini ho dato alla luce in quell’ospedale e tutti, e dico tutti, dalla signora delle pulizie al dottore di turno , sono stati fantastici, voi siete il male del nostro paese, quelli che hanno contribuito alla morte dei nostri amatissimi reparti! meglio il silenzio!


  • naty

    per lilly: non scaricano le loro incompetenze a s. g. rotondo ma li c’è la terapia intensiva non mettono a rischio la vita di un bambino!


  • anto

    PER ANDONELLA:
    “Dopo un cesareo bisogna fare un cesareo” è una palla colossale che alcuni dottori dicono per mettersi in tasca il costo di una ulteriore operazione. IL PARTO NATURALE DOPO CESAREO SI PUO’ ED E’ RACCOMANDATO DALL’ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITA’. SI CHIAMA VBAC. La mia amica lo ha avuto a Casa Sollievo, ospedale di punta nel rispetto della NATURALITA’ DELLA NASCITA. Fuggi da quei dottori che non ti permettono di scegliere.


  • Legnasanta

    Come stiamo cambiando. Era iniziativa di poche persone ed hanno raccolto consensi a migliaia. Mi hanno convinto le signore che si vedono nel filmato.
    Dobbiamo tornare alle cose semplici, ai valori perchè “i fratelli impastati” ci hanno svenduti.
    Complimenti agli organizzatori


  • lucia

    ringarzio tutto coloro che mi han sostenuto e continueranno ha farlo ,
    voglio ringraziara tutta la cittadinanza di Manfredonia che ieri e’ scesa umerosissima, questo ha smosso o qualcosa che non riusciva a star tranquillo, tanto da non dormire,


  • lucia

    ha smosso qualcosa o qualcuno,,tanto da non dormire!!!Sicuramente ieri abbiamo fatto rumore, tanto da smuovere anche le forze dell’ordine, che con tutta onesta’ voglio chiedere scusa, perche’ son mancata nell’avvisarli..ma credetemi non credevo di far tanto rumore!!
    volevo far sapere a voi tutti che oggi non scendiamo perche’ devo rifornirmi di un permesso, che dall’euforia ho dimenticato di chiedere al sindaco!
    spero che il nostro primo cittadino domani mi dia questo pezzo di carta per continuare questa protesta!
    Volevo precisare delle cose,noi cercheremo di andare avanti nonostante i molti ostacoli che cominceranno a sorgere cercando di fuor viare la notizia ,


  • lucia

    qualche anno fa’ si diceva la stessa cosa che cmq sia l’ostetricia non avrebbe chiuso, non era possibile!!
    anche se all’interno qualcuno sapeva bene che non solo avrebbe chiuso l’ostetricia ma anche la pediatria,,,oggi risento lo stesso blaterare,,
    l’ospedale non chiude!!!
    l’ospedale sta CHIUDENDO!!!!!!
    E HA DIMOSTRARLO SONO I FATTI!!!
    PER QUANTO RIGUARDA L’incopentenza voglio precisare , che l’intervista e’ stata molto breve, ma era riguardo a coloro che oggi gestiscono il pronto soccorso, dottori incerti (diritto di critica,ndr) ma non possiamo permettere che altri reparti chiudano per motivazione che conoscono molto ed assai bene!! non diamo responsabilita’ continue di cio’ che non si e’ fatto per il nostro ospedale a politici o ad altri,


  • Il Sipontino

    Avrei apprezzato l’iniziativa qualche anno fa, quando la redazione di “Stato” bombardava continuamente gli amministratori ed i lettori circa i pericoli di un imminente smembramento del nostro nosocomio. Ma, per rifarmi a qualche frase fatta: “non c’è più sordo di chi non vuol sentire e più cieco di chi non vuol vedere”. Per cui, signora Lucia, apprezzo l’iniziativa ma la considero tardiva e, non mi dica niente, avrei preferito non essere sponsorizzato da nessuno, tanto meno dal nostro primo cittadino, che è uno dei principali attori di questa vicenda… sa, giusto per non dare l’impressione di servire da mezzo per una campagna elettorale.
    Con Stima!


  • Sara


  • Sara

    ps: il male del nostro paese è la criminalità non di certo io, la signora antonella o altre persone che la pensano diversamente.
    saluti


  • Sara


  • claudio

    e una battaglia inutile perché tutta l’amministrazione sa da tempo della chiusura dell’ospedale tempi e modi, quindi sig lucia non affannarti per cose che i nostri politici hanno già semmai fgirmato per la chiusura.questa e la nostra italia.e se vi hanno promesso mare e monti per questa raccolta ne rimmarete molto deluse.


  • Vigoli Dino

    Brava Lucia,
    Questo è quello che sta succedendo nella nostra città. La politica locale ci ha provato, ma l’appartenenza di bandiera di alcuni politici ha portato a scarsi risultati, per alcuni interventi da parte della nostra amministrazione.
    L’assessora Elena Gentile, grazie al piano di riorganizzazione degli ospedali nella nostra regione, ha previsto prima un declassamento del nostro ospedale per poi una chiusura sistematica di alcuni reparti. (Ginecologia, pediatria e ortopedia).
    Attendiamo adesso la chiusura in toto dell’ospedale di Manfredonia, con ricadute su territorio locale e limitrofo.
    Che cosa può fare un cittadino davanti alla politica? Sentiamo dire: “ Noi siamo solo dei semplici cittadini, come possiamo intervenire?”
    Questa domanda può essere fonte di risposta, solo se c’è la convinzione dei cittadini di scendere in campo in prima persona. Come?
    Purtroppo, il demandare ad altri, il compito di amministrare la cosa pubblica, ci ha lasciato impotenti davanti ingiuste decisioni prese da politici senza scrupoli. Oggi noi cittadini, abbiamo bisogno sempre che qualcuno prende l’iniziativa, come sta succedendo in questi giorni, una raccolta firme in Piazza del Popolo, organizzato da Voi, due semplici donne, che hanno sposato una causa che dovrebbe stare a cuore a tutti i cittadini e purtroppo fermati per un cavillo di autorizzazioni. Abbiamo bisogno di un’azione programmata di manifestazioni contro la chiusura dell’ospedale e la riattivazione dei reparti chiusi. Bisogna, chiamando in campo tutte le forze politiche e sociali del territorio compreso i cittadini di Manfredonia.
    E’ proprio a questi ultimi che ci rivolgiamo, chiediamo di afferrare per mano le problematiche della città, poiché, sono proprio i cittadini di Manfredonia che subiranno il maggior disagio per un’eventuale chiusura dell’ospedale, come già hanno subito, con la chiusura dei reparti di ostetricia e ginecologia e il reparto di pediatria.
    Allora cosa fare? Chiediamo alle forze politiche di quest’amministrazione, a tutti i partiti, alle associazioni di volontariato, ai sindacati di categoria, agli operatori sanitari, e soprattutto ai cittadini di Manfredonia, di organizzare una grande manifestazione pacifica per le vie cittadine principali fino a raggiungere l’ospedale San Cammillo e fino a quando la Regione Puglia non risponde con fatti concreti.
    Le istituzioni devono farsi carico di questa protesta. Chi non risponde, vuol dire che non ha a cuore il bene comune di questa città e la cittadinanza deve sapere il perché, ed essere informata.


  • lucia

    bravo Dino, credo che i cittadini di manfredonia , dopo la nostra protesta comincino ha comprendere la gravita’ della situazione ,ti assicuro che tanti non sapevano nulla!!!


  • Se hanno le

    Una curiosità:la moglie fisioterapista del noto politico naZionale lavora ancora all ‘ospedale. Poi:cosa dicono i sei ex assessori di giunta campo e principe sulla chiusura di un luogo tanto fecondo per la loro elezione. Cosa dicono gli attuali consiglieri comunali lavoratori in ADSL. Cosa dice il segretario cittadino – con la moglie infermiera. Cosamdiconontuttinquesti? NIENTE e voi come votere in massa? Sempre loro.


  • Sese

    Vigoli informati prima: questi provvedimenti risalgono all’assessore Fiore o anche prima.


  • lucia

    Sara fatica inutile la nostra protesta? Vedremo! le gr
    andi vittorie sono state ottenute con la costanza e la. Fermezza, aggiungo ricordandoa tutti i miei concittadini di Manfredonia ,che l’ospedale e’ un diritto di tutti, ma quei tutti devono imparare ha far valere questo diritto con i fatti,in questo caso scendere in piazza ha firmare , e mifestare ! Spero che le varie associazioni scendano in piazza per sostenerci !


  • maria

    Vi siete svegliati troppo tardi!!!!! Tanto i manfredoniani cosi hanno sempre fatto,prima perdono qualcosa e poi dopo si ricordano di difenderla…sono anni che si va avanti cosi….ci dovevamo pensare prima quando ormai si era deciso di smantellare ginecologia…
    ho letto che hanno tolto ginecologia perché non si riusciva a raggiungere 750 parti l’ anno e che i manfredoniani hanno sempre preferito partorire a foggia,san Giovanni rotondo ecc…. secondo c e qualcosa che non va ai manfredoniani!!!

  • quando e dove si potrà ancora firmare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi