BAT

Marò: Letta, India rispetti impegni

Di:

Enrico Letta (ansa)

(ANSA) – ROMA, 10 GEN- ”Sarebbe inaccettabile che le assicurazioni date dal governo indiano non vengano rispettate, ci aspettiamo che quelle rassicurazioni siano soddisfatte”, ha affermato il premier Enrico Letta che a Rainews 24 ha ribadito la vicinanza ai due Marò, e l’impegno del governo ”affinché si arrivi ad una soluzione positiva” del caso.

”Ci aspettiamo che il governo indiano sia conseguente con le assicurazioni che aveva dato e con il pronunciamento della corte suprema”.
Congedo (PD-FI): “Sui marò una riunione monotematica del Consiglio Regionale”.

Il Vice-Presidente vicario del Gruppo PDL/FI alla Regione Puglia Erio Congedo: “L’incredibile vicenda che sta ancora bloccando in India i due fanti di marina pugliesi Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, rei di avere fatto il loro dovere di Soldati in territorio italiano qual è una nave battente la nostra bandiera in acque internazionali, invece di avviarsi a soluzione come ci è stato ripetutamente fatto credere, sta ingarbugliandosi sempre di più. A nulla, peraltro, è valso il loro gesto di riconsegnarsi ai loro carcerieri quando è stato loro richiesto, pur essendo tornati al sicuro alle loro famiglie, visto e considerato che rischia di prospettarsi per loro addirittura un’imputazione passibile di pena di morte”.

“A fronte di questa autentica umiliazione della nostra Nazione, l’azione del nostro Governo, appare sempre più debole, inefficace e rassegnata. Occorre pertanto una mobilitazione molto più forte di quella che evidentemente finora non è bastata. Il Consiglio della Regione di cui sono figli questi valorosi Servitori della Patria, che con la loro dignità stanno dando onore alla loro Terra, non può a tal riguardo non assumere un ruolo di punta, ribadendo con ancor maggiore determinazione quanto già ha unanimemente sostenuto.
Propongo, pertanto, un Consiglio Regionale monotematico, che mobiliti l’intera comunità pugliese, sia perchè giunga più forte ai nostri due marò la solidarietà della loro Terra, sia per lanciare al nostro Governo nazionale un invito fermo ad un’azione più incisiva per il loro ritorno in Patria.”



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi