Cronaca

Mazzarano: “Diossina nel latte, urge garantire la sicurezza alimentare”

Di:

Mazzarano (st@)

Nota del consigliere regionale Pd, Michele Mazzarano. “Lo sconcertante rilevamento del dipartimento prevenzione dell’Asl di Taranto in merito alla presenza di diossina, in misura superiore ai limiti consentiti, nel latte bovino di un allevamento di Massafra, ci riporta ad un incubo che pensavamo facesse parte del nostro passato. Siamo dinanzi, se tutto venisse confermato, al classico esempio di quanto sia lungo e complesso il lavoro di bonifica di un territorio sottoposto agli effetti di emissioni inquinanti di un mastodontico apparato industriale”.

In questo momento servono tutte le iniziative volte a garantire la sicurezza alimentare. Il nostro primo pensiero deve essere volto ai cittadini e alla loro incolumità evitando che si moltiplichino i danni alla salute. Così come bisogna fare di tutto per evitare che aziende di allevamento come quella di Giuseppe Chiarelli, l’agricoltura e la zootecnia del nostro territorio non subiscano da questa vicenda effetti negativi”.

“Lo sconcerto poi lascia il posto alla rabbia per l’approssimazione e la sufficienza con cui si è consentito che il nostro territorio fosse per anni vessato da una presenza illimitata di discariche e impianti di trattamento di cdr. Tutte le autorità competenti hanno il dovere di misurarsi con queste problematiche avendo una sola bussola: gli interessi dei cittadini, la salvaguardia della loro salute, la tutela di settori vitali per la nostra economia come quello agricolo e zootecnico”.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
2

Commenti

  • Sai che sorpresa se fanno l’analisi agli alimenti …
    La dieta mediterranea all’idagliana : al cromo e alla diossina.
    Non c’è mica scritto in etichetta :
    “alimento ottenuto con l’uso di materie prime prodotte in prossimità di discariche abusive di rifiuti tossico-nocivi”.
    Stato mafioso, paga pegno.


  • AgaMennòne

    … e questi sono i primi risultati delle discariche abusive. Non continuiamo a non rispettare la natura ci distruggeremo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi