Politica
"Non possiamo dimenticare anche il capolavoro sulle liste d’attesa"

Corte conti e Asl, Zullo: Pd e Sel vergognatevi per il disastro

"sarebbe opportuno che tutti gli esponenti della maggioranza cominciassero a fare un bagno di umiltà"

Di:

Bari – “QUANDO eravamo noi a denunciare il disastro del centrosinistra anche nella sanità, spuntavano i ‘soldatini’ e i difensori dello sfascio come Losappio, Romano ed altri. Oggi arriva, impietosa, la spietata certificazione della Corte dei Conti sulla sanità di Emiliano e Vendola con bilanci delle Asl giudicati ‘disastrosi’”. Lo dichiara il presidente del Gruppo consiliare di Forza Italia, Ignazio Zullo.

E’ una notizia – prosegue – che non ci sorprende: già i revisori bocciarono i bilanci delle aziende sanitarie del 2012. La Corte registra e conferma lo stato di devastazione contabile che si riflette sui servizi, quasi inesistenti, offerti ai cittadini. La sanità di questi dieci anni può riassumersi con due immagini: la prima, quella del disinfettante pagato 1.600 euro che, in realtà, ne costa 50; e l’altra dei ticket e delle tasse che, nonostante ciò, sono stati imposti a tutti i cittadini. Non possiamo dimenticare anche il capolavoro sulle liste d’attesa: tante chiacchiere e soliti annunci, senza aver ridotto di un centimetro liste che restano chilometriche e che si traducono spesso in un diniego del diritto alle cure”.

“Vista questa ennesima e sonora bocciatura che si scatena sul centrosinistra, sarebbe opportuno che tutti gli esponenti della maggioranza cominciassero a fare un bagno di umiltà. In altre parole –conclude Zullo- sarebbe il caso che provassero un pizzico di vergogna per aver condiviso e sottoscritto una politica di distruzione della Puglia realizzata dal tragico duetto di ‘Michi e Nichi’”.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi