Foggia

P.Lusi: “doppia preferenza, qualcuno fermi Zullo”

Di:

Bari – “QUALCUNO fermi Ignazio Zullo, capogruppo di Forza Italia alla Regione Puglia. L’ultimo comunicato stampa di Ignazio Zullo e’ farneticante nella misura in cui ipotizza che Michele Emiliano favorisca la doppia preferenza per ‘portare in Consiglio coppie telecomandate dalla criminalità organizzata e dai poteri forti’. Facciamo dunque così paura al consigliere Zullo da immaginare le donne portatrici sane di corruzione e malaffare? Oppure, nella migliore delle ipotes, immagina una schiera di bamboline lobotomizzate pronte ad asservire i desideri del ‘compagno di cordata‘, arrivando addirittura ad avallare scenari mafiosi e pratiche di malgoverno”.

“Ciò detto, l’invito lo rivolgiamo noi donne del PD a tutti gli uomini e le donne di buona volontà di Forza Italia di non chiedere il voto segreto e di votare a favore del 50 e 50 e della doppia preferenza in un unico accapo, senza spacchettamenti che consentirebbero solo il passaggio sulla presenza obbligatoria delle donne nella lista (così come vorrebbe Zullo per mettersi al riparo da ingressi maschili nuovi ‘pericolosi‘ per la sua poltrona) e non sulla doppia preferenza, unico strumento valido per la potenziale elezione delle donne in Consiglio. Ulteriore elemento di riflessione e’ offerto dal fatto che la futura Giunta dovrà essere composta solo da consiglieri eletti (solo due infatti potranno essere le deleghe assessorili assegnate ad esterni) che si presume saranno uomini, impedendo così la giusta proporzione tra uomini e donne nell’organismo di Governo regionale”.

Lo dice in uan nota Patrizia Lusi, componente direzione provinciale PD.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi