Manfredonia
"Ho cercato invano di stabilire un contatto, per esprimergli la mia vicinanza"

A.Riccardi: solidarietà a Italo Magno, condanna intimidazione

"Comprendo il suo stato d'animo, in quanto io stesso sono stato oggetto di intimidazioni e minacce"

Di:

Manfredonia – ”HO appreso con sorpresa e dispiacere dell’episodio di cui è stato oggetto il prof. Italo Magno. Ho cercato invano di stabilire un contatto, per esprimergli la mia vicinanza. Gli esprimo allora qui tutta la mia solidarietà, a titolo personale e in qualità di sindaco della Città. Comprendo il suo stato d’animo, in quanto io stesso sono stato oggetto di intimidazioni e minacce.

Condanno questi atti e sottolineo come la politica e la vita della città nulla hanno a che fare con azioni di così infimo ordine. Al contempo sono fiducioso che le Forze dell’Ordine competenti faranno immediata chiarezza sull’accaduto, verso il quale nutro profonda preoccupazione”.

Lo scrive su Facebook il sindaco di Manfredonia Angelo Riccardi.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
7

Commenti


  • Sipontino

    Italo Magno Sindaco


  • pep53

    Con i Facebook Warriors la guerra si sposta sui social network


  • giuseppe

    Italo Magno Sindaco!


  • Cittadino

    Voterò al partito di Magno! Capito mafiosi e complici?


  • Cittadino

    Sig. Sindaco, spero che come primo cittadino abbia denunciato questo atto gravissimo agli organi competenti.


  • deluso

    cosa deve fare il sindaco….denunciare? ha ha ha


  • Dino Giordano

    Caro sindaco, a me sembra che il suo sia un Un atto dovuto” direi di ruolo istituzionale come sindaco di questa città per il vile gesto di intimidazione nei confronti del prof. Magno.
    Vuole sapere il mio parere
    Politicamente c’è voglia di cambiare la classe dirigente della nostra città e Magno è uno dei promotori di qusta idea.
    Giusta o sbagliata e questo che io percepisco.
    Ha fatto dichiarazioni forti sul PD,faccio notare che ancora non ci sono dichiarazioni ufficiali dei dirigenti locali, . in un dibattito pubblico che comunque è il sale di una democrazia.
    Ora ,invece siamo arrivati alle intimidazioni.
    A chi fa comodo che questo confronto si chiuda?
    Saluti.
    Dino Giordano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi