Manfredonia
Nota del Segretario Generale della UILTEC Macro Area BAT-FOGGIA

Sangalli Vetro, Martino: chiederemo chiarezza ai Commissari

"Chiarezza che stiamo chiedendo dall’inizio"

Di:

Manfredonia – “GIORNATA intensa quella di ieri”. Esordisce così Benedetto Martino, Segretario Generale della UILTEC Macro Area BAT-FOGGIA, dopo l’incontro con i Sindaci, Consiglieri Regionali, Deputati e l’Assessore Regionale a Lavoro in cui si è fatto il punto sullo stato dell’arte della Vertenza Sangalli dove è stata sottolineata il fronte comune delle istituzioni del sindacato al fine di scongiurare l’ennesima sconfitta per un territorio già troppo martoriato da “prenditori” che hanno lasciato il deserto industriale.

”La UILTEC aveva nei giorni scorsi già convocato per giorno 9 febbraio l’assemblea degli iscritti della Sangalli Group e ieri sera ha dibattuto sugli avvenimenti recenti che hanno portato prima al rinvio del tavolo del MiSE e poi alla notizia che il nuovo incontro si terra giorno 17 alla presenza dei Commissari nominati dal giudice a valle della richiesta di procedura presentata dalla Sangalli. Una assemblea di iscritti numerosa partecipata ma soprattutto ricca di contenuti”.

”Non ci aspettiamo dal Tavolo del MiSE di giorno 17 febbraio – continua Martino – la risoluzione dei problemi, ma di sicuro è l’occasione giusta per chiedere ai Commissari di fare chiarezza. Chiarezza che stiamo chiedendo dall’inizio, chiarezza sull’architettura finanziaria e sulla gestione delle risorse, chiarezza sulle varie società, che se sulla carta sono ognuna a se stante nei fatti e nella attività sono una unica cosa, chiarezza sulle società Sangalli Vetro Magnetronico e Sangalli Vetro Satinato che nella oggettività sono di fatto una unica azienda con la Sangalli Vetro Manfredonia, i Commissari dovranno fare la giusta doverosa chiarezza su come sono state gestite le risorse solo così potranno capire come si è arrivati a questa situazione”.

”Le due aziende Magnetronico e Satinato di concreto senza il personale e le attrezzature della Manfredonia Vetro non sono in grado di marciare.
La speranza di ripartita e la non dipartita della Sangalli Group su Manfredonia resta nella possibilità che le tre società restino insieme anzi che si possa ipotizzare una loro fusione, che a mio parere sarebbe più regolare e trasparente. Le voci che fin dall’inizio circolano su questa vertenza tra le quali il fitto di ramo d’azienda della Magnetronico e Satinato vedranno la nostra posizione di contrarietà netta. Sindacato e Istituzioni faranno un sol muro per evitare che si possa smantellare pezzo per pezzo il sito industriale e portar via ciò che ancora sopravvive all’interno della Sangalli a Manfredonia”.

Lo dice in una nota il Segretario Generale della UILTEC Macro Area BAT-FOGGIA Benedetto Martino.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
4

Commenti


  • mattia

    Questa vertenza la sto seguendo da un po e sono solidale per i lavoratori penso che il signor Martino dica la verità è si sente che non è del territorio e credo che abbia tanta esperienza sindacale spero che aiuta quei lavoratori a ripartire..bravo significa martino


  • gino

    Se se so tutti uguali!!!!!!quei ragazzi delle seconde lavorazioni i stan facen scatte come dicono su da noi a monte!!!!ascoltate lauriola lui ha esperienza!!perché essendo del territorio conosce già tutti i vicoli da prendere.


  • pippo

    Benedetto ritorna da Dove sei venuto che già abbiamo tanti personaggi qua ci mancava solo tu!!!!!ma non lo vuoi capire che sangalli e un gigante in petto a te!!!!!


  • TOGLIERE LE POLTRONE

    ma quale MISE e MISE se cercate la MISEricordia dovete andate in chiesa!!

    L’inizio del cambiamento è:
    1)TOGLIERE LE POLTRONE DAL SEDERE (per non subire censura)DI QUESTI PARASSITI COMUNALI;
    2)PUBBLICARE I LORO STIPENDI E COMPENSI;
    3)VIGILARE PERSONALMENTE SULLE LORO ATTIVITA’;
    4)A TUTTI I DISOCCUPATI: IMPOSSESSARCI DEL NOSTRO TERRITORIO (perchè adesso è il loro!!!)
    LA CASTA DI QUESTI SUCCHIASANGUE é MOLTO ESTESA, non solo tra di loro ma anche tra il popolo che li sostiene, in quanto creditori di clientelismo pagato con assunzioni di quà e di là (vedi Eurospin, Ase, gestioni tributi, tre fiammelle, e coop locali varie…….)
    DIAMOCI UNA MOSSA!! INIZIAMO IL CAMBIAMENTO A FATTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi