Foggia
Sulla mobilità: “Dirigente assente e segretario generale incapace di fornire risposte”

Foggia, opposizione: “Giunta Landella opera atti illegittimi”

"La maggioranza tace e acconsente”

Di:

Foggia – ”SINDACO e assessori si arrampicano sugli specchi nel tentativo di mascherare l’illegittimità dei loro atti e la maggioranza si preoccupa di inesistenti formalismi. La discussione sulla mobilità urbana è stata bloccata dall’impossibilità di ottenere chiarimenti specifici sul senso e l’obiettivo delle scelte fatte, a causa dell’assenza del dirigente che ha firmato le ordinanze, e dalla irrisolta questione pregiudiziale relativa alla legittimità delle ordinanze stesse.

Il segretario generale ha schivato il quesito dichiarando la sua incompetenza e assumendosi una grave responsabilità, giacché è suo specifico ed ineludibile compito accertare la legittimità o l’illegittimità degli atti amministrativi. L’indifferenza dell’Amministrazione e della maggioranza esprimono appieno quale idea abbiano dell’azione di governo: noi decidiamo e voi fate che volete!
A che serve avanzare proposte se è dubbia la legittimità degli atti su cui si fondano? Quale proposta si può avanzare senza alcuna certezza di fatto e di diritto? Non possiamo condividere atti illegittimi!

Noi eravamo e siamo pronti ad affrontare il dibattito e ad avanzare proposte formali, pur non essendo previsto alcun obbligo dal regolamento del Consiglio comunale, ma dopo che il segretario generale si sarà espresso sulla correttezza delle procedure e degli atti con cui è stata istituita l’isola pedonale di via Lanza.

Atto che ha stravolto la viabilità del centro cittadino, provocato disservizi nel trasporto pubblico e contribuito ad aggravare lo stato di crisi finanziaria dell’Ataf. Al Comune di Foggia si assegnano gare milionarie senza preoccuparsi dei controlli antimafia, si inaugurano parchi e orti urbani inagibili (mettendo in imbarazzo tutti noi con l’arcivescovo), si adottano ordinanze scavalcando Giunta e Consiglio e la maggioranza tace. Anzi punta l’indice verso i banchi della minoranza e fa finta di non vedere quanto accade nella stanza del sindaco”.

Lo scrivono in na nota i consiglieri comunali di minoranza: Alfonso De Pellegrino, Augusto Marasco, Luigi Buonarota, Saverio Cassitti, Marcello Sciagura.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi