Cronaca
Nuovo processo civile aggrava responsabilita' per chi le promuove

Giornalisti: Garavini (Pd), stop a liti temerarie

"E' stata introdotta una responsabilita' civile aggravata a carico di colui che promuove un'azione risarcitoria temeraria per diffamazione commessa con il mezzo della stampa"

Di:

(ANSA) – ROMA, 10 MAR – “Chi volesse intentare liti temerarie per intimorire i giornalisti ora dovra’ pensarci molto bene. Con la riforma del processo civile approvato oggi in prima lettura alla Camera, infatti, e’ stata introdotta una responsabilita’ civile aggravata a carico di colui che promuove un’azione risarcitoria temeraria per diffamazione commessa con il mezzo della stampa, delle testate giornalistiche online o della radiotelevisione”. A sottolinearlo e’ Laura Garavini, dell’ufficio di presidenza del gruppo Pd alla Camera.

“L’iniziativa legislativa – afferma Garavini in una nota – si e’ resa urgente visto che ogni anno in Italia circa 500 giornalisti subiscono intimidazioni e attacchi, e il numero e’ in crescita, come ha evidenziato la relazione della Commissione antimafia che si e’ concentrata proprio sulla difenda della liberta’ di fare informazione. Da qualche anno e’ aumentato anche il numero dei giornalisti a cui lo Stato garantisce una scorta per tutelare la loro incolumita’”. (ANSA).



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This