Manfredonia
''La recente seduta straordinaria di Consiglio Comunale potrebbe, a tratti, definirsi "illuminante"''

Manfredonia, Taronna: “Compensi Collegio Revisori, ecco cosa è successo in Consiglio”

''Perché - in un contesto nel quale l'Amministrazione ha più volte affermato la scarsità di risorse monetarie a disposizione del nostro Comune - si è concesso il compenso MASSIMO stabilito per legge?''

Di:

Manfredonia. ”* Cronaca del Consiglio Comunale del 09/03/16 * (Parte 1).

La recente seduta straordinaria di Consiglio Comunale potrebbe, a tratti, definirsi “illuminante”. Dopo le comunicazioni del Presidente del Consiglio e l’insediamento di un subentrante Consigliere Comunale (primo punto all’ordine del giorno), si è passati alla discussione del secondo punto all’ordine del giorno, la “Nomina del Collegio dei Revisori dei conti” (2016/19). Mentre l’Amministrazione era intenta a procedere in modo spedito, quasi non contemplando interventi in merito da parte dei Consiglieri presenti in aula, veniva dichiarato il compenso spettante ai membri dell’Organo di Revisione. Con la semplice affermazione che questo non è stato modificato rispetto a quanto previsto durante la precedente legislatura, si stava procedendo alla votazione senza una reale discussione di merito. A questo punto, in modo stranamente inatteso, ho chiesto di intervenire facendo notare che il D.M. n.181179 del 20 maggio 2005 disciplina, tra le altre cose, il compenso MASSIMO da attribuire ai membri dell’Organo di Revisione, in relazione alla fascia demografica di appartenenza dell’ente locale. L’Amministrazione ha “correttamente” assegnato un importo come da fascia demografica di appartenenza per il Comune di Manfredonia (20.000-59.999 abitanti); tuttavia, perché – in un contesto nel quale l’Amministrazione ha più volte affermato la scarsità di risorse monetarie a disposizione del nostro Comune – si è concesso il compenso MASSIMO stabilito per legge?

Neanche il tempo di concludere il mio intervento e la seduta si è subito “surriscaldata”, tra i dubbi ingenerati anche negli altri consiglieri di opposizione e le (solite!) scaramucce all’interno della maggioranza (spettacolo, sinceramente, indegno!). Dopo attimi di indecisione e, quasi, incredulità per ciò che stava accadendo (piccolo inciso, il compito di una opposizione sana e costruttiva dovrebbe essere proprio questo, non la facile demagogia e le urla populiste da campagna elettorale), è giunta l’onesta dichiarazione dell’Assessore al Bilancio “è una scelta dell’Amministrazione”. Al sottoscritto non piace fare polemica fine a se stessa, e per gli importi oggetto di discussione chiunque abbia contezza delle dimensioni del bilancio del Comune di Manfredonia, una “scelta” diversa da parte dell’Amministrazione non avrebbe di certo risolto i ben più gravi (ed annosi) squilibri economico/finanziari delle casse comunali; tuttavia, l’attuale Amministrazione avrebbe potuto fare una scelta di principio: così come vengono chiesti “sacrifici” a tutti noi cittadini, si sarebbe potuto fare un “sacrificio” sul compenso dei membri dell’Organo di Revisione. L’Amministrazione, diversamente, ha scelto di conferire loro il compenso MASSIMO”.

Lo scrive sul proprio profilo facebook il consigliere comunale Leonardo Taronna.

Redazione Stato Quotidiano.it – RIPRODUZIONE RISERVATA



Vota questo articolo:
6

Commenti


  • Zuzzurellone Sipontino

    Finalmente una opposizione che fa le pulci all’amministrazione, le due precedenti “legislature” comunali sono passate. Il compenso massimo della fascia base, con quale criterio? Un sacrifio ai revisori no? Ai cittadini , commercianti, imprenditori , pensionati, ecc. , si . A cecr a cecr chi aighigl ah pgnet.


  • pina

    E noi tutti stiamo a guardare e nessuno fa nulla.non cambia nulla in questo pezzo di mondo.tutto e’ fermo come 10anni fa.accadono sempre cose strane ma nessuno riesce a far politica corretta.e io pago.(Toto’ invece, non sbagliava mai quando parlava.Ed era un gran signore).altri tempi


  • RAFFAELE

    Ecco perchè ho votato Taronna! Invece Voi pecoroni Manfredoniani/Sipontini continuate a votari i “soliti noti” che continuano incessantemente a pesare sulla collettività!
    E non dite che non lo sapevate. Inoltre mi da fastidio la gente che si lamenta della pressione fiscale (asfissiante) perchè non è altro che una conseguenza del nostro voto.
    Partiamo dalla nostra realtà a votare chi ha ancora un senso civico e un ideale “PURO” e che governa per l’interesse e il beneficio della collettività.
    Questo articolo dimostra quanto il sistema sia distorto, ma in fondo ce la siamo cercata…


  • pina

    Non si puo’ ragionare cosi’ , dato Che non tutti hanno votato certe persone.di sicuri non ci meritiamo gli errori altrui

  • Avete ragione in questo paese pultroppo ci sono ancora molte Capreeeeee speriamo che col tempo riescono a capire il valore del proprio Voto e a cosa serve


  • mimi

    Vorrei soltanto rimarcare un aspetto, Taronna fa parte del gruppo consigliare di Forza Italia. E che poi non si la gente non dica più ” Ma l’opposizione dov’è?”, o ancora, “…Forza Italia è d’accordo con la giunta ed il sindaco…”. Ora aprite gli occhi e cominciate a ragionare con la vostra testolina. Il voto non si ruba, non si compra, ma bisogna meritarselo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi