Regione-Territorio
"Minaccia reale per l’economia pugliese e, più in generale, per l’immagine dell’agricoltura italiana"

Xylella, embargo Francia su 102 specie vegetali, allarme

L’Anec Puglia e Basilicata rappresenta più di 200 schermi dalle monosale, cinema teatri , cityplex e multiplex presenti nelle due regioni


Di:

Roma – Da lunedì prossimo sarà attivo l’embargo francese su una moltitudine di prodotti agricoli pugliesi usando strumentalmente il problema Xilella. L’embargo della Francia su 102 specie vegetali a rischio Xylella rappresenta una minaccia reale per l’economia pugliese e, più in generale, per l’immagine dell’agricoltura italiana. A essere in gioco è sia l’economia di un’intera regione che fa dell’agricoltura e dell’olivicoltura la principale leva di sviluppo, sia il valore paesaggistico legato alla presenza di ulivi secolari di inestimabile valore ambientale.

L’ANEC (Associazione Nazionale Esercenti Cinema) di Puglia e Basilicata, ha deciso di sposare questa causa con un gesto significativo, prende posizione in merito all’embargo adottato dal Governo francese e comunica che per protesta a tale inopportuna e sbagliata decisione, gli esercenti cinema pugliesi non proietteranno nelle sale cinematografiche aderenti, film di nazionalità transalpina fino a totale revoca del decreto del ministero dell’Agricoltura francese.

Il Presidente Giulio Dilonardo ha dichiarato: “ Ci sembrava opportuno dimostrare vicinanza ai territori e alle comunità della nostra regione, che in una situazione economica già difficile, subiranno un ulteriore danno per i provvedimenti adottati dal Governo francese, solleciteremo a livello nazionale analoga iniziativa di solidarietà su tutto il territorio italiano”. L’Anec Puglia e Basilicata rappresenta più di 200 schermi dalle monosale, cinema teatri , cityplex e multiplex presenti nelle due regioni.

Redazione Stato

Xylella, embargo Francia su 102 specie vegetali, allarme ultima modifica: 2015-04-10T15:38:07+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi