FoggiaSport
L’attesa dei Satanelli è “fibrillante” poiché lunedì si incontreranno Cosenza e Benevento

A Caserta i Satanelli tarpano le ali ai Falchetti e salgono al secondo posto

Due perle del bomber Pietro Iemmello, attualmente capocannoniere assoluto di Lega Pro con 20 reti, a sancire la vittoria degli atleti di Mister De Zerbi

Di:

Foggia, sabato 08 aprile 2016. Sfida ai quasi vertici della classifica di Lega Pro quella andata in scena sabato 09 aprile 2016, allo stadio “Pinto” di Caserta. A contendersi la vittoria due squadre appollaiate al terzo posto con cinquantatré punti. È Casertana Foggia la sfida. A spuntarla è stata la squadra ospite, il Foggia, che con un netto 1 a 2 porta a casa tre punti preziosissimi e vola al secondo posto, a 56 punti, in compagnia del Lecce fermato ad Agrigento contro l’Akragas su un misero 0 a 0. L’attesa dei Satanelli tuttavia è “fibrillante” poiché lunedì si incontreranno Cosenza e Benevento, prima in classifica con 59 punti, che in caso di sconfitta dei campani accorcerebbero le distanze dalla prima in classifica. Due perle del bomber Pietro Iemmello, attualmente capocannoniere assoluto di Lega Pro con 20 reti, a sancire la vittoria degli atleti di Mister De Zerbi.

Il Primo Tempo inizia con un Foggia, sceso in campo in tenuta bianca, determinato a portare a casa i tre punti. De Zerbi schiera gli undici della partita di andata di Coppa Italia Lega Pro, riproponendo l’identico modulo di gioco, il 3-4-3, sconvolgendo ancora quello messo in campo lunedì, il 4-2-3-1, della partita di campionato. Sugli spalti ci sono 150 tifosi foggiani che non fanno attendere agli undici rossoneri il loro supporto, caloroso e prezioso. Dopo aver preso le misure ai campani, inizia il forcing dei rossoneri. La squadra è corta ma con un centrocampo veloce e una difesa molta attenta, che permette gioco veloce nella metà dei padroni di casa. All’8° è show del Foggia con Vacca che verticalizza e lancia in contropiede Iemmello che con un destro imprendibile buca la porta casertana difesa Gragnaniello. Casertana 0 Foggia 1. I padroni di casa accusano il colpo tant’è che il Foggia continua a macinare chilometri nella metà campo avversaria. Unica occasione dei “falchetti” si registra al quindicesimo con Idda che finisce a terra sugli sviluppi di un calcio d’angolo e con De Angelis spinto da Coletti, ma l’arbitro non ritiene intervenire. Il Foggia attacca ed è sempre lui, Iemmello, a impensierire l’estremo difensore casertano con un colpo di testa su assist di Sarno. La pioggia rende pesante il gioco, oltre alla stanchezza per le energie spese soddisfacente in campo e i calciatori iniziano a rendere la gara più “maschia”. Unica azione rilevante è quella di Angelo che pesca Iemmello nell’area di rigore avversaria che si appoggia sul Mangiacasale, suo stretto marcatore. Termina la prima metà di gioco.

Il Secondo Tempo inizia con un infortunio; Narciso dopo un’uscita nella sua area di pertinenza cade appoggiandosi sulla spalla destra. È dolorante ed è costretto a lasciar il posto a Micale. La Casertana intuisce che il Foggia si sta riorganizzando e approfitta per scagliare il colpo. Attacca i Rossoneri costretti a far fallo. Sugli sviluppi di un calcio di punizione dal limite, al cinquantaquattresimo Giannone pareggia grazie alla deviazione in barriera di Sarno che devia il pallone con la schiena. È autorete. Casertana 1 Foggia1. Il Foggia accusa il colpo ma non cede il passo ai “falchetti” del Pinto. Sainz-Maza ci prova al sessantesimo con un tiro dalla distanza ma il portiere di casa intercetta e para. Poi è volta di Sarno che la sessantaquattresimo manca per poco l’aggancio con la testa urtando la sfera con il volto. Il Foggia continua con il suo forcing e la Casertana non riesce a contrastarlo. Quattro minuti dopo sembra che il vantaggio era cosa fatta. Gragnaniello non trattiene un cross di Angelo e serve maldestramente Di Chiara che serve corto Sainz-Maza senza riuscire a concludere a rete. Mister De Zerbi comprende che è ora di cambi e fa entrare Floriano al posto di Sainz-Maza. La partita continua a più fasi, da una parte il Foggia attacca e respinge al centrocampo i padroni di casa, dall’altra la Casertana con deboli affondi cerca di penetrare la difesa rossonera. E proprio nel momento di maggior forcing dei Satanelli, Agnelli, al settantaduesimo e a pochi minuti dall’altro, riceve il secondo cartellino giallo e il direttore di gara, il sig. Amoroso, lo espelle. Foggia in dieci e senza il suo capitano e uomo prezioso per intessere le trame del gioco a centrocampo. De Zerbi intuisce che la squadra così come messa è sbilanciata e sguarnita e sostituisce Sarno con Gerbo. Mossa azzeccata giacché il Foggia a centrocampo rimane impenetrabile e continua nella sua azione penetrante nell’area piccola difesa da Gragnaniello. Al settantasettesimo la Casertana, stanca del forcing rossonero, commette fallo. Ingenuamente nell’area di rigore Bonifazi tocca il piede di Di Chiara che cade. Per l’arbitro è rigore. Sul discetto va Iemmello che freddamente calcia e segna trafiggendo sulla destra Gragnaniello che intuisce la traiettoria e non riesce a trattenere il pallone. È goal, è il 2 a 1 per il Foggia. Il Foggia potrebbe contenere la partita ma non smette di attaccare. All’ottantesimo, solo davanti la porta, Floriano calcia alto sulla traversa e al ottantaduesimo non riesce ad agganciare un traversone lungo di Angelo. Termina il tempo regolamentare e il quarto uomo ne assegna altri sei. Al novantaduesimo è la Casertana a destar pericolo. Bonifazi da buona posizione con la testa manda sul fondo. Ma il Foggia riprende il possesso di palla fino al fischio finale.

Casertana sconfitta in casa dal Foggia per 2 reti a 1 è il verdetto finale.

Una nota da porre in evidenza è il trionfo di Pietro Iemmello, capocannoniere, portato in spalla dai suoi colleghi alla fine del match sotto gli spalti dei 150 tifosi foggiani che hanno voluto seguire i rossoneri. Per i Satanelli la corsa verso la serie B è più vicina con la permanenza nei play-off. Davanti a loro ci sono altre gare impegnative, che la vedrà impegnata in casa, nella prossima gara di campionato, contro l’Akragas e poi contro il Cosenza. Nel frattempo giovedì prossimo scenderà in campo, fuori casa, contro la Cittadella per la gara di ritorno della Coppa Italia di Lega Pro.

Tabellino di Gara
STADIO: Alberto Pinto di Caserta
CASERTANA: Gragnaniello, Rainone, Pezzella, Capodaglio, Idda (64′ Bonifazi), Potenza, Mangiacasale, Agyei, Alfageme, Giannone, De Angelis (70′ Mancosu).
In panchina: Maiellaro, Murolo, Bonifazi, Finizio, De Marco, Som, Tito, Marano, Mancosu, Negro, Jefferson, Matute.
Allenatore: Andrea Tedesco
FOGGIA: Narciso (50′ Micale), Loiacono, Di Chiara, Agnelli, Coletti, Gigliotti, Angelo, Vacca, Iemmello, Sarno (73′ Gerbo), Sainz-Maza (70′ Floriano).
In panchina: Micali, Lauriola, Agostinone, Gerbo, Quinto, Lodesani, Arcidiacono, Chiricò, Floriano, Riverola, De Gennaro.
Allenatore: Roberto De Zerbi
Arbitro: Carlo Amoroso della sezione di Paola
Reti: 8′ Iemmello (F), 53′ Giannone (C), 79′ Iemmello (F) r.
Ammoniti: 32′ Idda (C), 46′ Vacca (F), 58′ Iemmello (F), 68′ Agnelli (F), 75′ Mangiacasale (C), 88′ Agyei (C)
Espulsi: 72′ Agnelli (F)

Ad Maiora!

(A cura di Nico Baratta – nicobaratta@alice.it)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi questo articolo!