Manfredonia

Il Comune loda la videosorveglianza: “così inchiodiamo i teppisti”


Di:

Panca rotta e telecamera in villa (ST)

Manfredonia – ODE alla videosorveglianza. Il Comune di Manfredonia rimarca l’utilità dell’installazione di telecamere in loco, anche forte di un recente atto vandalico avvenuto nella villa comunale.

Domenica 8 maggio 2011. Ore 18 e 30, villa comunale. Dei ragazzi prendono di mira l’arredo urbano dell’area antistante il Castello. I 5 giovani cominciano a scardinare alcune doghe in ghisa da una panchina, utilizzandone poi una come lancia da scagliare con violenza contro una telecamera per la videosorveglianza, installata dal Comune. Ma intanto la telecamera, posizionata su un palo della luce alle spalle della stessa panchina, riprendeva tutto e inviava le immagini direttamente sui monitor del Commissariato di Polizia di Manfredonia.

Contemporaneamente, nella sala operativa giungeva anche una segnalazione anonima, con la richiesta di pronto intervento. Giunte rapidamente sul posto, la volante della Polizia con i colori d’istituto e la macchina civetta della squadra di Polizia giudiziaria hanno sorpreso la banda che, imperterrita, continuava la sua operazione distruttiva. I ragazzi, di cui uno minorenne, sono stati fermati e condotti in commissariato: dei cinque, tutti colpevoli di complicità, le immagini riprodotte nella sala operativa della Polizia hanno rivelato con chiarezza chi, materialmente, ha scardinato la doga dalla panchina per scagliarla, poi, verso la telecamera. Si tratta di un ventitreenne manfredoniano, immediatamente denunciato in stato di libertà per danneggiamento aggravato, per cui si procederà d’ufficio.

“Il danno economico supera i 600 euro –spiegano alla centrale operativa di Polizia-, ma sarebbe stato molto più elevato nel caso in cui avessero distrutto la telecamera: trattandosi di un modello dome che, con zoom ottico e auto-focus integrato, consente la videosorveglianza a 360°, è un apparecchio piuttosto costoso”. “La videosorveglianza costituisce l’unico, valido deterrente contro gli atti vandalici –ha dichiarato il sindaco Angelo Riccardi -. Questo deprecabile malcostume, che mina gli sforzi messi in campo ogni giorno per garantire una città più vivibile, efficiente e accogliente, ha le ore contate. Adesso, infatti, le immagini registrate dalle telecamere inchiodano tutti alle proprie responsabilità”.

ZTL: PROSSIMA L’INSTALLAZIONE DI TELECAMERE PER CORSO MANFREDI – Dunque videosorveglianza valido deterrente contro gli atti vandalici, contro il malcostume. A tal proposito il comune, come anticipato il 21 aprile ( Focus ) presto la Città di Manfredonia si doterà di un sistema di telecamere per videosorvegliare anche gli accessi alla zona a traffico limitato. A tal fine il Comune ha dato incarico alla ditta ETService di redigere un’apposita progettazione relativa alla rilevazione GPS, con posizionamento su cartografia, dei siti dove saranno collocate le telecamere. Importo complessivo dell’appalto pari a 700.000 euro, tra l’importo dei lavori (totale lavori compreso oneri sicurezza € 538.000,00), somme a disposizione dell’Amministrazione 162.000,00, per il totale generale citato pari a 700.000 euro. La spesa sarà finanziata con mutuo da contrarre con il sistema bancario, e che l’intervento è inserito nel programma triennale delle opere pubbliche 2011-2013, elenco annuale 2011, adottato con deliberazione di G.C. n.21 del 20 gennaio 2011, per un importo di €. 1.000.000. L’appalto dei lavori seguirà la procedura aperta con le modalità di cui all’art. 55, del D.Lgs. 163/2006, con aggiudicazione ai sensi dell’art. 83 del medesimo decreto. Responsabile del Procedimento l’ing. Simone Lorussi, Dirigente del Settore OO.PP.


Redazione Stato

Il Comune loda la videosorveglianza: “così inchiodiamo i teppisti” ultima modifica: 2011-05-10T10:32:51+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This