Economia

Losappio: “Confindustria denuncia il bluff di Tremonti”


Di:

Michele Losappio con Vendola (St)

Michele Losappio con Vendola (St)

Bari – “MENTRE il Pdl sbanda davanti al Piano per il lavoro ed ai suoi bandi evitando il confronto di merito, gli industriali pugliesi denunciano l’inutilità delle politiche di sviluppo di Tremonti per il Mezzogiorno che Palese e soci avevano esaltato al buio”. Lo ha detto in una nota il presidente del gruppo Sel, Michele Losappio.

“Mentre il Pdl sbanda davanti al Piano per il lavoro ed ai suoi bandi evitando il confronto di merito, gli industriali pugliesi denunciano l’inutilità delle politiche di sviluppo di Tremonti per il Mezzogiorno che Palese e soci avevano esaltato al buio”. Significativa in tal senso e la dichiarazione del Presidente di Confindustria Puglia sulla inutilità del credito di imposta varato dal Governo che viene stigmatizzato come finalizzato “a assunzioni in un momento elettorale che poi non potranno essere sostenute” con il “rischio di alimentare clientele”, anche perché “con un incentivo così modesto, quanti andranno veramente ad assumere a tempo indeterminato?”

In effetti i 300 euro al mese per due anni che Tremonti concede alle imprese per nuove assunzioni sono meno della metà di quanto la Regione ha già provveduto a stanziare per incentivare l’occupazione in Puglia nel 2010 e che il Piano del Lavoro riprende con ulteriori benefici.
Tutto ciò contribuisce a smontare l’atteggiamento propagandistico dei consiglieri del Pdl pronti ad esprimere giudizi unicamente per spirito di fazione.
Se poi questa scelta è totalmente sostituiva di interventi strutturali per “finanziarie banche, capannoni e macchinari”, allora oltre alla beffa c’e anche il danno per il sistema di imprese che la Regione ha, invece, sostenuto con una manovra anticrisi di 800 mln di euro.


Redazione Stato

Losappio: “Confindustria denuncia il bluff di Tremonti” ultima modifica: 2011-05-10T17:21:33+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This