Politica
Per una somma pari a circa un milione di euro

Consiglio regionale: riconosciuti a maggioranza i debiti fuori bilancio

A queste obiezioni ha risposto il presidente della Commissione Fabiano Amati

Di:

Bari. Con voto a maggioranza il Consiglio regionale ha approvato il disegno di legge di accertamento di debiti fuori bilancio per una somma pari a circa un milione di euro derivanti anche da sentenze dell’autorità giudiziaria in contenziosi in cui la Regione è soccombente. A maggioranza sono stati approvati anche gli emendamenti a firma del presidente della Commissione bilancio Fabiano Amati con cui si intende risolvere un problema di coordinamento formale, considerato che il testo contenuto nel disegno di legge licenziato dalla I Commissione era erroneamente inserito nell’ambito di una lettera di riconoscimento di debito fuori bilancio e quindi non coerente. Sul provvedimento i capigruppo di Area Popolare e di CoR De Leonardis e Zullo hanno sollevato dubbi di legittimità considerandolo una vera e propria variazione di bilancio, che per essere approvata, richiede un quorum più qualificato. A queste obiezioni ha risposto il presidente della Commissione Fabiano Amati chiarendo che nella fattispecie la Giunta si è avvalsa della facoltà di trovare la posta necessaria al pagamento dei debiti attingendo dal Fondo di riserva e che quindi il provvedimento è coerente dal punto di vista formale. A seguito della necessità sollevata da più parti di approfondire la natura del debito in cui le spese riconosciute ai legali superano di gran lunga le somme oggetto dei contenziosi, il presidente Amati ha annunciato che la Commissione bilancio in una prossima seduta audirà il presidente della Regione ed il coordinatore dell’Avvocatura regionale, per evitare che il contenzioso sia generato da un fenomeno dovuto a fattori strettamente legati alla qualità della spesa.

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi