Foggia
Approvata poco fa, in Consiglio regionale, la legge sul completamento del riordino del sistema di governo degli Enti territoriali

Passa la legge del “dopo Province”

"Ora in tempi celeri servirà organizzare i servizi perché intere fasce di popolazione pugliese non aspettano altro"

Di:

Foggia. “Passa la legge del “dopo Province”. Approvata poco fa, in Consiglio regionale, la legge sul completamento del riordino del sistema di governo degli Enti territoriali. Un provvedimento per l’attuazione della riforma Del Rio a seguito della soppressione delle Province con il contestuale passaggio di competenze a Comuni e Regioni”. Così il Presidente II Commissione ( Affari Generali e Personale) Regione Puglia, Cosimo Borracino. “Una legge necessaria e molto attesa per via anche dei tanti disagi causati dalla confusa materia legiferata dal novembre 2011 ad oggi dai Governi Monti, Letta e Renzi. Tema cruciale: le competenze col contestuale passaggio del personale delle Province a Regioni e Comuni. In Commissione, nei giorni scorsi, avevo parlato di voto di responsabilità per i dipendenti delle Province e per le tante funzioni che, parte importante della popolazione, aspetta di ricevere, una su tutte quella del trasporto dei ragazzi con disabilità medie e gravi che non può essere lasciato al caso, così come per il transito dei circa 200 dipendenti. Finalmente – prosegua Borracino – si sono definite le funzioni della Regione che sono quelle relative al trasporto e all’assistenza scolastica degli studenti disabili nelle Scuole Superiori, della Formazione professionale, quelle in materia di turismo, in tema di controllo e vigilanza ambientale oltre che a quelli della Polizia Provinciale e delle biblioteche musei e pinacoteche. Le competenza dei Comuni saranno quelle dei Servizi Sociali, dello Sport e delle Politiche giovanili, delle Attività culturali, dell’Agricoltura e delle Attività produttive oltre a quelle di Protezione Civile e della difesa del suolo e delle coste.Ora in tempi celeri servirà organizzare i servizi perché intere fasce di popolazione pugliese non aspettano altro”.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi questo articolo!