GarganoManfredonia
"Il suddetto piano è redatto d’intesa con l’Osservatorio faunistico regionale e le autorità competenti dei Parchi nazionali dell’Alta Murgia e del Gargano"

Cinghiali, FI: “In IV Commissione quattro domande per la Giunta regionale”

"Ahinoi, riteniamo che su questi precisi impegni, assunti pubblicamente da Di Gioia in sede di Consiglio regionale, non ci sia stato alcun riscontro concreto”

Di:

Bari. Nota dei consiglieri regionali di Forza Italia Domenico Damascelli (intervenuto oggi in Commissione), Andrea Caroppo, Francesca Franzoso e Nino Marmo. “Sui cinghiali abbiamo presentato la nostra proposta di legge e a fondamento del testo che abbiamo redatto, c’è l’introduzione nell’ordinamento regionale del piano faunistico-venatorio straordinario, uno strumento necessario per comprendere il fenomeno degli ungulati e delle problematiche connesse alla loro presenza. Il suddetto piano è redatto d’intesa con l’Osservatorio faunistico regionale e le autorità competenti dei Parchi nazionali dell’Alta Murgia e del Gargano. Inoltre, si prevede la possibilità di espletare l’attività venatoria straordinaria, qualora ci sia il rischio di avvicinamento dei cinghiali alle zone abitate. È un’emergenza che si protrae ormai da quasi due anni e abbiamo rivolto quattro domande all’assessore regionale Di Gioia oggi in IV Commissione: È vero o non è vero che ad una nostra interrogazione datata il 25 novembre 2015, l’assessore rispose di aver individuato 315 mila euro per le attività di monitoraggio del fenomeno attraverso l’Osservatorio Faunistico?

È vero o non è vero che la Giunta regionale ha approvato una delibera per affidare all’Università di Bari tutti gli studi necessari e quali esiti hanno avuto? Che misure sono state adottate per il contenimento della riproduzione fino ad oggi ancora incontrollata e che rappresenta la vera causa dell’emergenza? Sono stati avviati i corsi di cui ci parlava l’assessore, di concerto con la Città Metropolitana di Bari, per la formazione di selecontrollori, che limitano la moltiplicazione insostenibile della specie?

Ahinoi, riteniamo che su questi precisi impegni, assunti pubblicamente da Di Gioia in sede di Consiglio regionale, non ci sia stato alcun riscontro concreto”.



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Alfredonia

    Finanziare 315.000 euro per monitorare la riproduzione massiccia dei cinghiali, mi sembra un vero FURTO alle casse finanziarie.
    Basterebbe permettere una settimana di caccia al cinghiale extra e far pagare una quota simbolica ai cacciatori, per livellare il numero dei cinghiali nei Parchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This