Manfredonia
L’appuntamento sipontino, giunto alla sua quinta edizione, non ha deluso le attese con un griglia di partenza di tutto rispetto

Torneo nazionale di Tennis tavolo “Città di Manfredonia”: i risultati

"E’ andato tutto bene – dichiara soddisfatto Antonio Tasso, Presidente del TT Manfredonia e responsabile organizzativo della manifestazione – abbiamo raggiunto un buon numero di presenze"

Di:

Manfredonia. Una grande prova, caratteriale ed agonistica, ha portato Vittorio Vangi (TT Corato) al trionfo nel Torneo Nazionale Verde di Manfredonia, Trofeo “Città di Manfredonia”, riservato agli atleti di quinta categoria e svoltosi sabato 6 e domenica 7 maggio al PalaScaloria.

L’appuntamento sipontino, giunto alla sua quinta edizione, non ha deluso le attese con un griglia di partenza di tutto rispetto.

Il coratino, accreditato della testa di serie n.1, nelle due giornate di gare fino alla finale aveva concesso due soli set agli avversari. Nella partita per la vittoria ha compiuto un capolavoro contro l’avversario più ostico del torneo, Augusto Tommasone (TT Libertas Capua), outsider di lusso, superato per 3-2, in rimonta da 0-2. Gli applausi finali hanno certificato l’apprezzamento del pubblico, che ha assistito ad uno spettacolo coinvolgente.

Al terzo posto si sono classificati Stefano Melli (TT Salento) e Ruggiero Rutigliano (Asi Barletta, testa di serie n.5) che, nella semifinale perduta per 2-3 contro Tommasone, ha avuto un comodo match point, non sfruttato, per accedere alla finale.

Al quinto posto, a pari merito, giungono Maurizio Ruggiero (TT Trani), Giuseppe Calarco (TT Sant’Espedito) giovanissima speranza nazionale (10 anni, recente Campione Italiano di doppio cat. giovanissimi ), Gennaro Miranda (TT Libertas Capua) e Corrado Ficco (TT Salento).

Ad onor di cronaca uno dei momenti agonistici più intensi si è avuto nell’incontro dei quarti di finale tra il giovanissimo Calarco (classe 2007) e l’esperto Tommasone (classe 1957), una differenza di cinquant’anni. Grandi scambi dalla distanza e colpi di qualità da parte di entrambi gli atleti. Da segnalare la partecipazione del settantacinquenne emiliano Gianluca Curti (TT Cortemaggiore), alla sua quinta presenza consecutiva a Manfredonia.

Gli atleti di casa hanno raccolto un magro bottino: fuori ai “sedicesimi di finale” Giuseppe Di Carlo ed al primo turno del tabellone finale Ciro Prencipe (terza testa di serie). Non qualificati gli altri. Nel doppio si è registrata la vittoria della coppia campana formata da Calarco e Fabrizio Mellino (TT Stella del Sud), che in finale supera il duo del TT Martiri Ariano formato da Niccolò Ciano e Carmine Iannarone. Terzi, ex-aequo, Giovambattista Pane/Silvio Russo (Apd Sorrento Sport) e i salentini Giuseppe De Matteis/Alessandro Nocco (TT Uggiano).

Bella affermazione del TT Corato anche nella classifica società, che si si piazza al primo posto sopravanzando nell’ordine: TT Libertas Capua (2a), TT Salento (3a) e TT Martiri Ariano (4a). Nono posto per il TT Manfredonia, su 36 società rappresentate. La manifestazione è stata organizzata dal TT Manfredonia e ben diretta dagli arbitri Sante Gigante, Giuseppe Mongelli, Giovanni Zampaglione, Simone Zampaglione e Alessandro Zitoli.

Alle premiazioni sono intervenuti il Vice Presidente Nazionale FITeT, Giacomo Barbieri, e la Presidente Regionale FITeT Puglia, Elvira Gattulli.

“E’ andato tutto bene – dichiara soddisfatto Antonio Tasso, Presidente del TT Manfredonia e responsabile organizzativo della manifestazione – abbiamo raggiunto un buon numero di presenze (circa 250 tra atleti, tecnici e accompagnatori). La stragrande maggioranza degli intervenuti ha soggiornato nella nostra città, a partire dal venerdì sera, e nei momenti in cui non erano impegnati nella gare hanno potuto visitarla.

Il PalaScaloria, per quanto datato, si è dimostrato funzionale ed accogliente. Naturalmente ringrazio l’Amministrazione, che lo concede in uso a chi possiede titolo per utilizzarlo, ed i partecipanti che, dalla Calabria all’Emilia Romagna, ci hanno onorato con la loro presenza” conclude Tasso.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi