EconomiaStato prima
Al vaglio dell'esecutivo si presentano quattro diverse ipotesi

Equitalia, addio prima di agosto

Fonte adnkronos

Di:

(adnkronos) Prima dell’estate il governo dovrà pronunciarsi sulla riforma della riscossione esattoriale, e con essa su Equitalia, che dovrebbe scomparire prima delle vacanze. Al suo posto, però, ricorda il portale ‘laleggepertutti.it’, ci sarà una soluzione diversa per gestire le cartelle esattoriali e procedere, eventualmente, con i pignoramenti.

Al vaglio dell’esecutivo si presentano quattro diverse ipotesi, che saranno studiate assieme ai sindacati dei lavoratori impiegati al momento presso Equitalia. La prima soluzione, attualmente la favorita da governo e parti sociali, prevede la fusione tra l’Agenzia delle Entrate ed Equitalia. E se come seconda ipotesi si presenta la costituzione di una società pubblica con autonomia economica maggiore e nella terza un’autorità indipendente, l’ultima soluzione prevede una realtà controllata dal ministero dell’Economia. (adnkronos)



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Paolo

    Se invece di dare Gli 80 euro si fosse prevista per i cittadini tutti la possibilita di rientrare dei propri debiti eliminando in tutto o in parte le sanzioni e gli interessi dopo aver valutato caso per caso la leggittimitá della pretesa si sarebbe incassato di piú si sarebbe aumentato il consenso … Così la nave naufraga Equitalia é un mostro che produce diseconomie e una cultura di stato nemico…… Ma non si prendano in giro le persone pensando che basti un cambio di nome. La riscossione é atto dello stato e questa deve essere direttamente gestita dallo stato… E non si dica che non c’é il personale…… La burocrazia. Pagare certi debiti vuol dire foraggiare la stessa burocrazia che ti strangola ….. Vergogna a questo governo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati