A cura di Marilina Ciociola

La strage di Ustica

Di:

Manfredonia. La strage di Ustica fu un disastro aereo avvenuto il 27 giugno 1980, quando un aereo di linea Douglas Dc-9 della compagnia aerea italiana Itavia, si squarciò in volo all’improvviso e cadde nel braccio di mare compreso tra le isole tirreniche di Ustica e Ponza. Nell’evento persero la vita tutti gli 81 occupanti dell’aereo. Il 10 giugno 1987 iniziano le operazioni di recupero del relitto. Molti aspetti di questo disastro, a partire dalle cause stesse, non sono ancora stati chiariti. Nel corso degli anni sulla strage di Ustica si sono dibattute principalmente le ipotesi di un coinvolgimento internazionale, di un cedimento strutturale o di un attentato terroristico.

Nel 2007, l’ex-presidente della Repubblica Cossiga, ha attribuito la responsabilità del disastro ad un missile francese ‘a risonanza d’impatto’ destinato ad abbattere l’aereo su cui si sarebbe trovato il dittatore libico Gheddafi. I procedimenti penali per alto tradimento a carico di quattro esponenti dei vertici militari italiani, si sono conclusi con l’assoluzione degli imputati. La compagnia Itavia, già pesantemente indebitata, cessò le operazioni il 10 dicembre e il 12 dicembre le fu revocata la licenza di operatore aereo, nel giro di un anno si aprì la procedura di fallimento.

(A cura di Marilina Ciociola, Manfredonia 10 giugno 2016)



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati