Cronaca

Dalla Libia verso l’Italia, Unhcr: “Morti per disidratazione 54 immigrati”

Di:

Dalla Libia verso l'Italia, morti 54 immigrati per disatratazione (st - fonte: ap/lapresse)

Roma – SONO 54 i soggetti deceduti prima di raggiungere le coste italiane su un gommone. Gli immigrati sarebbero morti per disidratazione. E’ quanto riferisce l’Alto Commissariato Onu per i Rifugiati, dopo il racconto dell’unico superstite che ha parlato di un calvario durato 15 giorni. Un secondo barcone con 50 persone a bordo è in difficoltà nella stessa zona. I passeggeri avrebbero rifiutato i soccorsi.

Gli immigrati (in tutto 55) erano partiti dalle coste libiche a fine giugno – ha raccontato l’unico superstite ricoverato in un ospedale tunisino – e dopo un giorno di navigazione erano arrivati in prossimità della costa italiana. Ma “i forti venti avrebbero spinto indietro l’imbarcazione, un gommone che dopo alcuni giorni ha iniziato a sgonfiarsi”, ha proseguito il testimone. A bordo non c’era acqua e gli immigrati sarebbero morti, progressivamente, di sete e disidratazione dopo aver tentato di bere anche l’acqua salata.

Il superstite, un eritreo, è stato avvistato lunedì notte a largo delle coste tunisine, mentre era aggrappato a resti del gommone ed un tanica, da alcuni pescatori che hanno allertato la Guardia Costiera tunisina. L’uomo è stato immediatamente portato all’ospedale di Zarzis dove è ricoverato per assideramento e disidratazione.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi